Naufragio Libia: MSF assiste i sopravvissuti a Khoms

red/Mgi

Roma, 25 lug. (askanews) - Le équipe di Medici Senza Frontiere (MSF) in Libia, hanno soccorso al porto di Khoms i sopravvissuti del nuovo terribile naufragio di oggi, che ha causato almeno 70 morti e 100 dispersi.

"La terribile notizia di questo nuovo, tragico naufragio, dimostra per l'ennesima volta l'altissimo costo umano dell'attuale situazione in Libia e della mancanza di un'adeguata capacità di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale" dichiara Julien Raickman, capomissione di MSF in Libia. "Ci sono oltre 100 dispersi, di cui molti potrebbero essere annegati, stando alle prime testimonianze dei sopravvissuti visitati da MSF. I naufraghi sono stati soccorsi da pescatori e riportati a Khoms. Testimoni oculari coinvolti nel soccorso parlano di almeno 70 cadaveri in acqua".

(Segue)