Navalny: "A Bucha un innocente ucciso perché aveva il mio cognome"

·1 minuto per la lettura
Navalny:
Navalny: "A Bucha un innocente ucciso perché aveva il mio cognome" (Foto Twitter)

"Il passaporto di un uomo di cognome Navalny è stato trovato accanto a un cadavere a terra”. Lo fa sapere su Twitter l'oppositore russo, Alexey Navalny, riferendosi a una delle persone trovate senza vita nel villaggio ucraino di Bucha.

SFOGLIA ANCHE: Russia, da Navalny ad Abramovich: tutti i casi di avvelenamenti sospetti

Secondo il dissidente, l’uomo di nome Ilya Ivanovich Navalny, sarebbe stato ucciso a causa del suo cognome. “Una persona del tutto innocente è stata uccisa dai boia di Putin (con quale altro nome potrei chiamarli? sicuramente non 'soldati russi') perché è un mio omonimo. A quanto pare, speravano fosse un mio parente", ha scritto Alexey Navalny, in una serie di tweet postando anche la foto del passaporto.

LEGGI ANCHE: Russia: ordine di arresto per il fratello di Navalny

Il dissidente russo ha fatto sapere che in quel villaggio, lo stesso da dove proveniva suo padre, ci sono molte persone con il suo stesso cognome. Più tardi la sua portavoce ha confermato, sempre su Twitter, che la vittima era effettivamente un suo lontano parente.

GUARDA ANCHE: Le bottiglie che potrebbero aver avvelenato Navalny

"Questa guerra è stata scatenata da un maniaco delirante ossessionato da alcune sciocchezze sulla geopolitica, la storia e la struttura del mondo. Questo maniaco non si fermerà da solo”, ha twittato l’oppositore.

“Lui, come un tossicodipendente, si è appassionato alla morte, alla guerra e alle bugie. Ha bisogno di questo per mantenere il suo potere", ha aggiunto Navalny in un altro tweet.

SFOGLIA ANCHE: Navalny condannato: nove anni di carcere per l’oppositore russo

GUARDA ANCHE: Russia, corte Mosca: Navalny colpevole di appropriazione indebita

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli