Navalny, "Putin è un matto, i suoi artigli sull'Ucraina"

"Un matto ha messo i suoi artigli sull'Ucraina e non so cosa ne voglia fare, questo folle ladro". Il dissidente russo Alexei Navalny, condannato a nove anni di reclusione dopo aver perso il ricorso in appello, torna a scagliarsi contro Vladimir Putin.

Navalny,
Navalny, "Putin è un matto, i suoi artigli sull'Ucraina". (Photo by Contributor/Getty Images)

Le dichiarazioni - come riporta The Guardian - sono state rilasciate da Navalny durante un collegamento dalla colonia penale dove è detenuto con l'aula di tribunale in cui è stata confermata la condanna a nove anni di reclusione. "Questa è una guerra stupida che il vostro Putin ha cominciato - ha continuato il dissidente - una guerra costruita su menzogne".

In carcere dal 17 gennaio 2021, appena atterrato a Mosca dopo il periodo di convalescenza in Germania, tra i principali oppositori del Cremlino, Navalny, all'alba della condanna aveva già dichiarato: "Putin ha paura della verità". Ora rincara la dose. "Cosa volete ottenere? Volete il controllo nel breve periodo, combattere con le future generazioni, combattere per il futuro della Russia? Subirete tutti una sconfitta storica".

VIDEO Navalny, ex collaboratrice: "Non stupisce la nuova condanna"

Avvocato, attivista, politico, fondatore del partito Russia del Futuro e della Fondazione Anti-corruzione Navalny era accusato di appropriazione indebita e di oltraggio alla Corte. Recentemente un documentario, "Navalny: sfida a Putin" (regia di Daniel Roher), presentato all'utlimo Sundance Festival, ne ha ripercorso la storia. A partire da quando, nell'agosto 2020, si era sentito male in volo tra Tomsk e Mosca e, dopo un atterraggio di emergenza, fu ricoverato in ospedale, dove cadde in coma, avvelenato, secondo le analisi di un laboratorio tedesco, tramite una sostanza nota come Novichok. Tra le figure che meglio raccolgono il dissenso pacifista anti-Putin, Navalny negli anni ha acceso i riflettori sulla rete di corruzione legata al governo russo e la sua liberazione era stata invocata anche dagli Stati Uniti, tramite il portavoce del dipartimento di Stato americano, Ned Price.

LEGGI ANCHE Navalny: "A Bucha un innocente ucciso perché aveva il mio cognome

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli