Navalny rispedito in carcere, il medico: “Decisione sbagliata”

Navalny rispedito in carcere, il medico: “Decisione sbagliata”

Mosca, 29 lug. (askanews) – Il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny – ricoverato per una violenta reazione allergica che si sospetta possa essere stata causata da un tentativo di avvelenamento – è stato rispedito al centro penitenziario in cui sta scontando una condanna a un mese di carcere per la violazione delle dure leggi anti-protesta russe, a seguito di una manifestazione non autorizzata a Mosca.

Il medico personale di Navalny, Anastasia Vasilyeva, che lo ha visitato in ospedale, ha parlato esplicitamente di una decisione

sbagliata. “È una responsabilità che i dottori e il primario dell’ospedale si sono assunti oggi, rimandando Alexei nello stesso posto in cui è presente l’agente chimico. Non credo fosse giusto, ho fatto tutto ciò che potevo, ho cercato di convincere i miei colleghi che dovrebbe essere messo sotto osservazione per almeno tre giorni finché avremo i risultati delle analisi mediche. Ma sfortunatamente, a causa di ordini ‘dall’alto’ è stato rinviato verso il centro di detenzione”.

Navalny, 43 anni, era stato ricoverato d urgenza. La sua portavoce ha precisato che le cause dell allergia, che gli ha provocato “grave gonfiore del viso e arrossamento della pelle” non sono ancora state accertate e che il leader dell opposizione non aveva mai sofferto di sintomi simili in passato.