Nave italiana attaccata da pirati in Messico: due feriti

nave italiana attaccata messico pirati

Paura nel Golfo del Messico per una nave italiana, attaccata da un commando di pirati composto da circa 7 persone. L’attacco alla nave “Remas” è avvenuto con due barchini e, una volta a bordo, il commando di pirati ha aperto il fuoco contro l’equipaggio italiano. Dopo aver radunato tutta la refurtiva, i pirati hanno abbandonato la nave. Nell’assalto, due marinai italiani sono rimasti feriti ma nessuno dovrebbe essere in pericolo di vita.

Nave italiana attaccata e derubata da pirati

L’equipaggio italiano al momento dell’attacco era composto da 35 persone, tra le quali anche un ufficiale della Marina mercantile messicana che ha coordinato i soccorsi come le autorità locali. La nave è stata infatti scortata da un unità militare messicana fino al porto di Ciudad del Carmen, nello stato di Campeche. I due marinai feriti sono stati fatti sbarcare così da poter ricevere le visite del personale medico, attivato per effettuare i soccorsi sul luogo.

Non è il primo attacco di questo genere nelle acque del Golfo del Messico. Il 4 novembre scorso un altro commando di pirati aveva preso di mira una piattaforma petrolifera proprio nella tessa zona dell’attacco alla “Remas”. Un’altra motonave italiana, la “Rosalia D’Amato”, era stata attaccata e sequestrata da un commando di pirati nell’aprile del 2011. Anche quell’attacco era avvenuto con modalità simili, due barchini con a bordo pirati avevano abbordato la nave e derubato l’equipaggio, senza lasciare feriti.