Navigare su Internet in tutta sicurezza

Il 7 febbraio è il Safer Internet Day

Il 7 febbraio 2012 è il Safer Internet Day, la giornata mondiale dedicata alla sicurezza online. Una buona occasione per ricordarci che il miglior modo per godere delle opportunità di Internet è farlo in sicurezza. Perché una navigazione senza rischi è possibile, seguendo una serie di accorgimenti.

- Corretta impostazione del browser. E' necessario ricordarsi di cancellare quanto più spesso cronologia, file temporanei e cookies, il principale strumento che i siti usano per memorizzare le informazioni relative alla navigazione e ai vostri dati sensibili percepiti in rete. Cliccando la voce Opzioni nel pannello del browser, si può accedere alla configurazione di una navigazione ottimale, limitando l’apparizione di pop up indesiderati o l’avvio di Javascript azionati da siti sospetti.

- Attenti alle password: Ciò che rende debole una password è la sua banalità: secondo una recente ricerca effettuata nel Regno Unito è emerso che la password più usata al mondo è 123456! Se a questo si aggiunge che molti utenti, proprio per paura di dimenticarla, usano la stessa password sia per i social network sia per i siti dei propri conti correnti che per la propria email, le possibilità di cadere nelle mani di truffatori anche non troppo esperti si moltiplica. Di conseguenza una password sicura deve essere soprattutto difficile da ricordare. Meglio sceglierne almeno un paio, possibilmente contenenti sia maiuscole che minuscole, qualche numero, simboli e segno di interpunzione, usandoli, dove possibile, al posto delle lettere.

- I rischi dell'e-commerce: Sono sempre più gli italiani che scelgono di fare acquisti sul web. Meglio acquistare da rivenditori con feedback positivi sul web o i cui siti appartengono a catene presenti anche sul territorio. In più, al momento di pagare, sempre meglio usare una carta prepagata o PayPal, in modo da tenere sempre sotto controllo i vostri pagamenti. Se invece si preferisce usare la propria carta di credito, meglio attivare il servizio di sms alert in modo da essere informati su qualsiasi spesa andiate a compiere.

- Occhio al file sharing: ispesso è in un comportamento rischioso, se non addirittura illegale quando i file scambiati contengono musica o film coperti da diritto d’autore. Inoltre non si può mai essere certi che quello che si sta scaricando non sia corrotto da virus, spyware o qualsiasi altro programma informatico settato per danneggiare il computer o per spiare le nostre informazioni. I programmi antispyware aiutano a controllare l’ingresso di questi file indesiderati. Qualora il file sharing sia usato per scambiare dei file con un numero ristretto di persone e tutte a voi note, ricordatevi di lasciare la vostra cartella condivisa libera da documenti personali.

- Troppe informazioni sui social network: Qualsiasi informazione può essere utile ad un cybercriminale, dalla trasmissione della proprio ingresso nel locale preferito via Twitter e Foursquare allo status che annuncia la vostra partenza per le vacanze. Inoltre molto spesso si seminano dati relativi alla propria carta di credito o alla propria sfera sensibile: evitiamo di postare la risposta alla nostra domanda di sicurezza per la carta di credito, ad esempio. Inoltre Facebook offre la possibilità di essere esclusi dalle liste pubbliche: in questo modo nessun motore di ricerca può rintracciare il vostro profilo. Si può anche scegliere di avere livelli di privacy diversi a seconda degli amici: così solo le persone a voi più care e fidate potranno avere accesso completo alla vostra vita da social network.
Ricerca

Le notizie del giorno