I navigator percepiscono il sussidio erogato dall'Inps

navigator bonus inps 600 euro

Oltre allo stipendio che hanno continuato a percepire durante l’emergenza coronavirus pur non svolgendo il loro lavoro, i navigator, ovvero coloro che dovrebbero trovare un impiego a chi percepisce il reddito di cittadinanza, hanno ricevuto anche il bonus Inps da 600 euro. Lo ha confermato Mimmo Parisi, formatore delle suddette figure professionali.

Navigator prendono il bonus Inps

Il presidente dell’Agenzia Nazionale Politiche Attive e Lavoro ha però spiegato che l’attività di vigilanza sui beneficiari del bonus spetta all’Inps e non a loro. “Mi hanno comunicato che i navigator hanno fatto questa domanda, ma non so quanti hanno utilizzato questo bonus“, ha aggiunto. Una vicenda che dal punto di vista politico non è passata inosservata, soprattutto dalle opposizioni.

La deputata forzista Bergamini ha denunciato come siano 2.800 i navigator che oltre a ricevere il compenso mensile pur stando a casa percepiscono anche il sussidio extra di 600 euro. Definendole risorse pubbliche bruciate, ha definito l’accaduto come uno schiaffo nei confronti di milioni di italiani disoccupati che “ancora non hanno visto un euro“.

Nemmeno il Partito Democratico è rimasto indifferente alla questione, con la Gribaudo e Nannicini che hanno così parlato di Parisi: “continua a presentarsi in Parlamento a parlare di mirabolanti piani per le politiche attive del lavoro. Ma il suo piano industriale non ha avuto approvazione e nessuno sa cosa stiano facendo i navigator in giro per l’Italia“.