Navigator in sciopero fame, M5s Campania: responsabile è De Luca

(segue)

Napoli, 26 ago. (askanews) - "C'è un unico responsabile della mancata assunzione dei 471 vincitori del bando per navigator in Campania ed è Vincenzo De Luca". A sostenerlo, in una nota, la capogruppo del Movimento 5 Stelle in Campania, Valeria Ciarambino, e il consigliere regionale M5s, Gennaro Saiello. "E' lui - hanno aggiunto - il solo interlocutore che deve dar conto della sua assurda decisione di non firmare la convenzione con Anpal che consentirebbe di far lavorare ragazzi che hanno vinto un bando pubblico, frutto dell'accordo stipulato il 17 aprile in Conferenza Stato-Regione e firmato dalla stessa Regione Campania, rappresentata in quella sede dal vice di De Luca Fulvio Bonavitacola. Un accordo che oltre a definire il numero dei navigator da impiegare in Campania, prevedeva anche uno stanziamento di 11 milioni grazie ai quali procedere all'adeguamento strutturale e informatico dei nostri centri per l'impiego. Soldi che la Campania perderà se De Luca non darà il via libera all'assunzione dei navigator".

Secondo gli esponenti politici pentastellati, il governatore campano è "istituzionalmente scorretto quando si assume i meriti dell'annunciato concorso per 650 dipendenti nei centri per l'impiego, che potrà realizzare solo grazie a uno stanziamento, da parte del nostro Governo, di 120 milioni per l'assunzione di oltre 4mila dipendenti in tutta Italia". Così come "è scorretto e ipocrita - hanno proseguito - quando parla dei navigator come di lavoratori precari, tenuto conto che gli attuali 55 precari Anpal sono utilizzati nei centri per l'impiego campani proprio grazie a un accordo tra il suo assessore al Lavoro Palmeri e l'allora governo Renzi".