Nazi-fascismo, Mattarella: "mai più" è sfida dell'oggi

Vep

Fivizzano (Massa), 25 ago. (askanews) - Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha commemorato, a Fivizzano - insieme al presidente tedesco -, i 75 anni dall'eccidio nazifascista ricordando che "l'impegno al quale siamo chiamati è, insieme, personale e collettivo: che quel "mai più" appartenga anche alle sfide dell'oggi".

"I popoli della Repubblica Federale di Germania e della Repubblica Italiana hanno saputo, con determinazione, superando il dolore e le avversità, riprendere in mano il proprio destino e risalire dagli abissi in cui li avevano trascinati il nazismo e il fascismo, contribuendo alla costruzione dell'Unione Europea, uno dei più grandi spazi di libertà esistenti al mondo", ha aggiunto.

"Che alle giovani generazioni venga consegnato un mondo in pace, dove l'odio e l'avversione fra i popoli siano banditi e a prevalere siano i valori del dialogo e del rispetto reciproco. Lo esigono i morti di Fivizzano" ha concluso Mattarella.