Nazismo, Mattarella a S. Anna di Stazzema: la memoria è un dovere

Nazismo, Mattarella a S. Anna di Stazzema: la memoria è un dovere

S. Anna di Stazzema, 29 feb. (askanews) – “Qui a S. Anna di Stazzema si avverte il significato più profondo del nostro continuare a far memoria, la memoria è un dovere, un valore dell’umanità e patrimonio di una comunità” perchè “il tempo può attenuare il dolore ma non possiamo consentire che le coscienze si addormentino, che le intelligenze smettano di produrre anticorpi contro il virus dell’odio e della violenza”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a S. Anna di Stazzema per la celebrazione del 50esimo anniversario del conferimento della Medaglia d’Oro al Valor militare alla città.

“Dobbiamo essere vigili – ha ribadito il Capo dello Stato – i mutamenti epocali offrono opportunità in ogni campo ma provocano spesso paura, disorientamenti, chiusure e il germe dell’odio non è sconfitto per sempre, il timore del diverso, il rifiuto della

differenza, la volontà di sopraffazione sono sentimenti che possono ancora mettere radici e svilupparsi e propagarsi”.