Nazismo, Mattarella: memoria un dovere, servono anticorpi a virus violenza

Gal

Roma, 29 feb. (askanews) - "Qui a Sant'Anna di Stazzema si avverte il significato più profondo del nostro continuare a far memoria, la memoria è un dovere, un valore dell'umanità e patrimonio di una comunità" perchè "il tempo può attenuare il dolore ma non possiamo consentire che le coscienze si addormentino, che le intelligenze smettano di produrre anticorpi contro il virus dell'odio e della violenza". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Sant'Anna di Stazzema per la celebrazione del 50° anniversario del conferimento della Medaglia d'Oro al Valor militare alla città, trasmessa in diretta su Rainews24.