'Ndrangheta, Ance Veneto: il quadro è preoccupante

Fdm

Venezia, 27 nov. (askanews) - "L'inchiesta sull'ndrangheta evidenzia come le infiltrazioni mafiose nei nostri territori siano un fenomeno da non sottovalutare ed estremamente preoccupante. Quello che emerge è una situazione grave per violenza e comportamenti inauditi che rischiamo di inquinare un sistema economico ed un tessuto imprenditoriale sano. Come Ance Veneto lo diciamo in modo chiaro per noi la legalità è un valore fondante e fondamentale. Gli imprenditori di Ance Veneto sono onesti e queste inchieste mi auguro escludano dal mercato chi non rispetta le regole". Così il presidente di Ance Veneto, Paolo Ghiotti, commenta le recenti di notizie sulle infiltrazioni mafiose in Veneto che ha coinvolto anche un imprenditore edile nel padovano.

"Il Procuratore Cherchi ha fatto un lavoro enorme abbattendo anche il muro di omertà di alcune persone coinvolte e non possiamo che ringraziarlo ribadendo la nostra piena e totale fiducia nella magistratura. Purtroppo il settore dell'edilizia, come tanti altri, attira gli appetiti delle organizzazioni malavitose, ma da parte nostra l'attenzione è alta e promuoveremo la cultura delle legalità come stiamo già facendo".

"La crisi che ha investito l'edilizia ha fatto pensare alle organizzazioni criminali di poter aggredire il nostro settore che, però, al di là di alcuni casi isolati è composto da persone serie e per bene e che operano all'interno dell'alveo della legalità. Agli imprenditori che subiscono minacce o pressioni - fa appello il presidente Ghiotti - dico in modo chiaro che non sono soli, ma Ance Veneto è al loro fianco e farà il possibile per tutelarli e dare loro il supporto necessario dove possibile. E soprattutto in Ance Veneto non c'è spazio chi non rispetta le regole".