'Ndrangheta, arrestato latitante legato ai cartelli dei narcos

Reggio Calabria, 4 feb. (askanews) - Aveva un rapporto diretto con i narcos colombiani. E fino ad oggi era sempre riuscito a sfuggire alla cattura, ma questa volta non ce l'ha fatta. Il latitante Domenico Romeo, 40 anni, è stato arrestato nel corso di un'operazione congiunta dei Carabinieri e del G.I.C.O. della Guardia di Finanza. Era ricercato da luglio dell'anno scorso per traffico internazionale di stupefacenti aggravato dalle finalità mafiose nell'ambito dell'indagine "Buon vento genovese".

I militari dell'Arma, sulle tracce dell'uomo da alcuni mesi, sono riusciti a individuarlo in un'abitazione di Sant'Eufemia d'Aspromonte (RC) dove si nascondeva. Domenica è scattato il blitz nell'appartamento: l'uomo, che è stato trovato in compagnia della moglie, del figlio minorenne e di altri familiari, non ha posto resistenza.

Romeo è risultato al centro di un ingente traffico internazionale di cocaina proveniente dalla Colombia e gestito da esponenti del clan di 'ndrangheta degli Alvaro di Sinopoli (RC), al quale risulta affiliato anche l'ormai ex latitante.

Nel corso delle indagini delle fiamme gialle, svolte in cooperazione giudiziaria internazionale con le autorità spagnole, francesi, colombiane e statunitensi, furono sequestrati nel porto di Genova 368 kg di cocaina purissima, corrispondenti ad un valore di circa 100 milioni di euro, e catturati tre complici dell'ex latitante.