'Ndrangheta, consegnato Antonio Strangio detto 'TT'

Red/Nav

Roma, 26 ago. (askanews) - Oggi, scortato da personale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, è arrivato all'aeroporto di Fiumicino, proveniente da Düsseldorf (Germania), Antonio Strangio nato a Locri (RC) il 13.06.1979.

L'uomo - si ricorda - è stato consegnato alle Autorità italiane dopo essere stato arrestato a Moers lo scorso 2 maggio dal Bundeskriminalamt (B.K.A.), in esecuzione di un Mandato di Arresto Europeo, emesso nei suoi confronti dal gip di di Reggio Calabria, nell'ambito dell'inchiesta "European 'Ndrangheta connection" eseguita, per la Polizia di Stato, dal Servizio Centrale Operativo e dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria.

Antonio Strangio, alias 'TT' e 'il meccanico', nel mese di aprile scorso, era stato raggiunto da un'Ordinanza di custodia cautelare in carcere. L'inchiesta sul giovane boss è stata coordinata dal Procuratore della Repubblica Giovanni Bombardieri. Nell'operazione di polizia fuorno coinvolte oltre 90 persone. Gli investigatori lavorarono insieme con Eurojust e l'Agenzia Europol.

Fuorno colpite - si sottolinea - numerosi esponenti di importanti famiglie mafiose del Mandamento Ionico della provincia reggina, "disvelando gli interessi delle cosche nei traffici intercontinentali di droga, nel riciclaggio del denaro 'sporco' e nel reimpiego dei proventi illeciti in settori commerciali quali quello della ristorazione". (Segue)