'Ndrangheta, consegnato Antonio Strangio detto 'TT' -2-

Red/Nav

Roma, 26 ago. (askanews) - L'operazione "European 'Ndrangheta connection" è stata il frutto di anni di intenso lavoro investigativo svolto nell'ambito del Joint Investigation Team costituito il 18.10.2016, a L'Aia (NL) tra Magistratura e Forze di Polizia di Italia, Paesi Bassi e Germania. Alla struttura hanno aderito, per l'Italia, la Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria con il supporto della Procura Nazionale Antimafia ed Antiterrorismo, la Squadra Mobile della Questura di Reggio Calabria con il supporto del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Catanzaro con il supporto del Servizio Centrale d'Investigazione sulla Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza ed il IV^ Gruppo del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza; per la Germania la Procura di Duisburg e il Bundeskriminalamt (B.K.A.) di Wiesbaden, per i Paesi Bassi la Procura di Zwolle e il F.I.O.D. (Corpo olandese di polizia fiscale ed economica) di Eindhoven.

Antonio Strangio è stato indagato perché avrebbe - si aggiunge - posto in essere condotte delittuose in materia di stupefacenti, aggravate dall'aver agevolato la potente cosca di 'ndrangheta dei Pelle - Vottari di San Luca. L'uomo dovrà rispondere in particolare di aver detenuto e poi venduto a Domenico Pelle, 27 anni, 4 o 5 pacchi di cocaina che quest'ultimo avrebbe dovuto tagliare per poi distribuire nella piazza di Milano, pagandola all'esito o scambiandola con eroina. (Segue)