'Ndrangheta: Giovani Fi, 'parole Morra inadeguate per suo ruolo istituzionale'

·1 minuto per la lettura
'Ndrangheta: Giovani Fi, 'parole Morra inadeguate per suo ruolo istituzionale'
'Ndrangheta: Giovani Fi, 'parole Morra inadeguate per suo ruolo istituzionale'

Roma, 19 nov. (Adnkronos) – "Restiamo basiti di fronte alla violenza verbale esternata dal senatore Morra sul fatto che i calabresi avrebbero fatto meglio a non votare Jole Santelli in quanto malata oncologica. Non nascondiamo di aver letto più volte, nella totale incredulità, tali offensive affermazioni che, di certo, sono completamente inadeguate per una figura istituzionale”. Lo affermano Marco Bestetti, coordinatore nazionale di Forza Italia giovani, e Luigi De Rose, coordinatore regionale del movimento giovanile in Calabria.

“La politica non è nuova a divergenze e duri scontri -proseguono- ma il livello raggiunto oggi è ancor più basso di quanto si possa mai immaginare. Dal presidente della commissione Antimafia ci saremmo aspettati un minimo di rispetto nei confronti di una donna che si è spesa fino alla fine per rappresentare la sua terra e per i calabresi che la hanno legittimamente eletta a governatore della Calabria. Ci saremmo aspettati un minimo di disponibilità a lavorare senza etichette di partito per far uscire la Calabria dalla situazione che sta affrontando ed anche se, conoscendo il soggetto, le legittime aspettative di buongusto si rivelano illusioni, ci saremmo quantomeno aspettati una molto più signorile forma di silenzio. Siamo convinti che le persone vivano nei cuori di chi resta. Noi, ci spiace Morra, continueremo, nel nome di Jole Santelli, a portare avanti, attraverso il nostro movimento giovanile in Calabria e nel Paese, un concetto di abnegazione ed amore per la politica e le nostre comunità”.