'Ndrangheta, Mirabelli: Stato sta combattendo, serve più consapevolezza

Pol/Vep

Roma, 20 dic. (askanews) - "Lo stupore per i 300 arresti di ieri è un indicatore dell'inconsapevolezza dell'opinione pubblica e della stessa politica del fatto che anche se non spara per strada la 'ndrangheta ha forza ed è insediata non solo in tutta Italia ma anche in Europa. Il punto che sta emergendo è una criminalità organizzata che riesce a condizionare la politica non per gli appalti, ma per avere vantaggi e lo fa attraverso il voto di scambio, cioè promettendo voti in cambio di favori. Questo è un reato che si può perseguire grazie ad una norma approvata nella passata legislatura, come diverse altre, per esempio il segreto per chi denuncia all'interno di un'amministrazione comunale. Non è vero che la politica e le istituzioni stanno a guardare, lo Stato sta combattendo come dimostrano gli arresti di questi giorni, stiamo costruendo le condizioni perché la magistratura possa assestare colpi contro le mafie come quello di ieri". Lo ha detto a La7gold il senatore Franco Mirabelli, vicepresidente del gruppo del Pd e capogruppo dem in commissione Antimafia.

"La politica può e deve fare di più, bisogna avere la capacità di cogliere i segnali di possibili infiltrazioni e alzare i livelli di attenzione", ha concluso.