'Ndrangheta, Morra: sentenza Reggio C. consegna verit storica

Red/Gca

Roma, 24 lug. (askanews) - "A Reggio Calabria il processo "Ndrangheta Stragista" si concluso addensando serissima inquietudine su una stagione politico-criminale della nostra storia repubblicana davvero buia. La sentenza di oggi non solo rende giustizia per l'omicidio dei brigadieri dei varabinieri Antonino Fava e Vincenzo Garofalo uccisi nei pressi dello svincolo di Scilla dell'allora auatostrada A3 Salerno-Reggio Calabria il 18 gennaio 1994, ma consegna un quadro preciso sulla strategia messa in atto da Mafia siciliana e Ndrangheta tesa a destabilizzare lo Stato democratico". Lo afferma in una nota Nicola Morra presidente commissione Antimafia. "Dopo la sentenza sulla Trattativa Stato Mafia di Palermo, la sentenza odierna a Reggio Calabria pone ancora un ulteriore tassello alla ricerca di una verit che deve essere ancora completata. I fatti accaduti non possono e devono essere consegnati all'archivio della memoria ma trovare una loro verit nelle aule dei tribunali che finalmente fa luce su gli anni terribili delle stragi. Non solo stata un'alleanze di mafie, ma ha avuto anche complicit istituzionali profonde. La verit deve continuare ad essere cercata e verificata".

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.