'Ndrangheta, traffico di armi e droga: fermati figlio di Pepè Flachi e vip Franco Terlizzi

(Adnkronos) - Operazione della Guardia di finanza dei comandi di Pavia e Milano, insieme ai militari dello Scico di Roma, contro il traffico di armi e droga. Il bilancio è di 13 persone fermate e accusate di far parte di una associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga, aggravata dal metodo mafioso, intestazione fittizia di beni, detenzione e porto illegali di armi. Al vertice del gruppo ci sarebbe Davide Flachi, figlio del boss della Comasina 'Pepè' Flachi morto lo scorso gennaio. Tra i fermati anche Franco Terlizzi, ex pugile ed ex concorrente dell'Isola dei famosi 2018.

Nell'attività investigativa, coordinata dalla Dda milanese e denominata 'Metropoli - Hidden economy', le Fiamme Gialle stanno procedendo - oltre ai fermi - a un sequestro preventivo d'urgenza nei confronti di due attività imprenditoriali, in provincia di Milano: una carrozzeria, utilizzata anche per la riparazione di auto in danno di istituti assicurativi, e un negozio di articoli sportivi, formalmente intestati a terzi ma che sarebbero in realtà riconducibili a Davide Flachi.

Le indagini hanno permesso anche di identificare le rotte dello droga (cocaina, hashish e marijuana), con sequestri effettuati anche nel territorio della Confederazione Svizzera, e di ricostruire episodi estorsivi nei confronti dei clienti morosi e un traffico di armi anche da guerra, quali mitragliatori Kalashnikov riforniti da cellule calabresi e balcaniche collegate. Dall'alba sono in corso perquisizioni in tutta la Lombardia con il supporto di altri reparti e mezzi aerei della Guardia di finanza.