Negli atenei lombardi oltre 14mila studenti stranieri, +13%

Red-Alp

Milano, 1 ott. (askanews) - Nell'anno accademico 2017-2018 gli studenti stranieri iscritti negli atenei lombardi sono stati 14.518 (il 5,2% del totale), con un aumento del 13% rispetto all'anno precedente. E' quanto emerge dal report di Assolombarda, "L'internazionalizzazione degli atenei di Milano e della Lombardia - Edizione 2019" riportato nell'approfondimento di "Lombardia Speciale". Nell'analisi sono compresi sia gli studenti che frequentano i corsi di laurea (13.059), sia quelli iscritti ai corsi post laurea (1.459). Su un totale complessivo di 280mila iscritti degli atenei lombardi, gli studenti internazionali rappresentano il 5,2%, con una crescita di 0,5 punti percentuali rispetto all'anno precedente (l'incidenza nel 2014-2015 era il 4,5%).

"I numeri dimostrano la grande attrattività delle Università lombarde, sempre più internazionali e competitive nel panorama accademico" ha spiegato il vicepresidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala, aggiugendo che "fondamentale è anche fornire agli studenti programmi di mobilità che contaminano diversi Paesi per permettere ai giovani esperienze formative essenziali nel percorso scolastico e lavorativo". "Le nostre Università si confermano ad alti livelli sotto tutti i punti di vista - ha chiosato il vicepresidente - e sapere che oltre 14mila studenti stranieri abbiano scelto i nostri istituti ci riempie d'orgoglio e ci spinge a fare ancora meglio con progetti sempre piu' ambiziosi e internazionali".

L'indagine evidenzia che negli anni si confermano due tendenze di fondo: da un lato un sostanziale bilanciamento per genere; dall'altro lato, una maggiore propensione degli studenti internazionali nello scegliere percorsi STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics)e Arts rispetto alla media degli universitari lombardi. In merito a quest'ultimo aspetto la quota di studenti internazionali nei corsi di laurea STEM è pari al 52,4% (rispetto al 40% medio lombardo) mentre in quelli Arts è il 6,2% rispetto alla media regionale dell'1,4%. Quest'ultimo dato mette in evidenza la specializzazione del tessuto lombardo nei campi dell'arte e del design e conferma la reputazione internazionale del capoluogo milanese, capace di attrarre giovani talenti dall'estero.

Per quanto riguarda il paese di provenienza, tra gli studenti internazionali 4 su 10 sono di origine europea (41%) e altrettanti di origine asiatica (39%): tra i primi tre paesi di provenienza emergono la Cina (2.120 iscritti, il 15% sul totale studenti internazionali), la Turchia (1.138 iscritti, l'8%) e l'India (1.075 studenti, il 7%).

(segue)