Negli Usa cade un'altra testa, si è dimesso il capo della polizia del Congresso

AGI - Il capo della polizia di Capitol Hill, Steven Sund, ha rassegnato le dimissioni che saranno effettive dal prossimo 16 gennaio. Duramente criticato per la risposta all'irruzione dei sostenitori di Trump in Congresso, Sund aveva divulgato una nota descrivendo l'attacco come "una cosa mai vista" nei suoi 30 anni di servizio a Washington Dc e ammettendo che la polizia del Capitol non era preparata.

La speaker della Camera, Nancy Pelosi, aveva chiesto le dimissioni di Sund. La stessa richiesta era stata avanzata dal sindacato di polizia.