​Negli Usa più disoccupati del previsto: aumentano i sussidi, arretrano le borse

·1 minuto per la lettura

AGI - Le richieste di sussidi di disoccupazione hanno ripreso ad aumentare negli Usa per la prima volta in 4 mesi. Sono cresciute di 109 mila unita' rispetto alla settimana precedente. E' un brutto segnale per il mercato del lavoro americano. Tuttavia a livello continuativo le richieste (calcolate con 7 giorni di ritardo rispetto ai sussidi settimanali) sono scese di 1,1 milioni di unita' a 16,2 milioni: in pratica e' diminuito il numero totale di americani che ricevono sussidi di disoccupazione attraverso i programmi statali regolari. Questo significa che il numero dei senza lavoro e' parzialmente compensato da nuove assunzioni.

Secondo i dati del dipartimento al Lavoro, le aziende hanno aggiunto un totale di 7,5 milioni di posti di lavoro a maggio e a giugno dopo aver perso 21 milioni di posti di lavoro a marzo e ad aprile. L'aumento settimanale dei sussidi e' invece dipeso dai nuovi lockdown, soprattutto chiusure di bar e ristoranti, decisi per far fronte all'aumento dei contagi.