Negozio Gucci distrutto a Torino. Il gestore: "Danno grave. Ogni vetrina costa 10mila euro"

Ilaria Betti
·.
·1 minuto per la lettura
(Photo: Corriere della Sera)
(Photo: Corriere della Sera)

Il negozio Gucci di via Roma, a Torino, è stato devastato nella notte di guerriglia partita da una delle due proteste contro il coprifuoco e il dpcm. Roberto N., uno dei gestori della struttura, al Corriere della Sera, si è sfogato parlando di un “danno enorme”.

“Non abbiamo mai visto una cosa del genere. Di certo il danno è ingente e ancora da quantificare, ma ci hanno bloccato l’intero negozio”.

Ogni vetrina costa sui 10.000 euro: a questa perdita si aggiunge quella della merce rubata, anche se in parte recuperata dalla polizia. La rabbia di Roberto, come quella di tanti commercianti che si sono visti distruggere parte delle proprie attività proprio dai manifestanti, è tanta.

“Non abbiamo ovviamente idea del perché se la siano presi con noi”.

Leggi anche...

Proteste in tutta Italia contro il nuovo Dpcm

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.