'Nein danke': ultimatum Musk trova opposizione in Germania

Il miliardario Elon Musk

BERLINO (Reuters) - La richiesta di Elon Musk al personale di Tesla di smettere di "perdere tempo" e di tornare in ufficio è stata accolta con fastidio dal più grande sindacato tedesco.

L'amministratore delegato di Tesla si è intromesso nel dibattito sul futuro del lavoro dicendo ai dipendenti della casa automobilistica elettrica che devono tornare in ufficio per almeno 40 ore alla settimana o lasciare l'azienda, secondo un'e-mail vista da Reuters.

Il sindacato Ig Metall dello stato tedesco di Brandeburgo Sassonia, dove si trova lo stabilimento di Tesla, ha dichiarato che avrebbe sostenuto qualsiasi dipendente che si fosse opposto all'ultimatum di Musk. Tesla impiega circa 4.000 persone in Germania e prevede di espandere la forza lavoro a 12.000 unità.

"Chiunque non sia d'accordo con queste richieste unilaterali e voglia opporsi, in Germania ha il potere dei sindacati alle spalle, come previsto dalla legge", ha dichiarato Birgit Dietze, leader di Ig Metall in Brandeburgo Sassonia.

I dipendenti dello stabilimento Tesla di Gruenheide, in Germania, hanno eletto 19 persone per il primo consiglio dei lavoratori a febbraio, segnando una differenza rispetto agli altri impianti gestiti dalla casa automobilistica negli Stati Uniti e altrove senza rappresentanza sindacale, a cui Musk si oppone con forza.

Alcuni dei lavoratori fanno parte di Ig Metall, che rappresenta i lavoratori delle aziende automobilistiche e di altri settori industriali.

In Germania non esistono attualmente leggi che sanciscano il diritto di lavorare da casa, ma il ministero del Lavoro sta lavorando a politiche che aumentino la flessibilità dei lavoratori. Molti grandi datori di lavoro, tra cui le case automobilistiche, hanno già adottato modelli di lavoro ibridi sulla scia della pandemia di coronavirus che ha costretto le aziende a mandare il personale a casa a lavorare.

"Abbiamo una visione fondamentalmente diversa sulla creazione di un ambiente di lavoro attraente e puntiamo sulla responsabilizzazione e sulla responsabilità personale dei nostri team per bilanciare il rapporto tra lavoro remoto e lavoro di persona", ha dichiarato Gunnar Kilian, membro del consiglio di amministrazione di Volkswagen responsabile delle risorse umane.

Le case automobilistiche di lusso BMW e Mercedes-Benz hanno fatto eco a questa opinione quando sono state interpellate sull'ultimatum di Musk.

"Il lavoro ibrido è il modello di lavoro del futuro... sono possibili diverse forme, dalla presenza completa al lavoro prevalentemente a distanza", ha dichiarato un portavoce di Mercedes-Benz.

Musk, che ha contribuito a spostare il settore automobilistico tradizionale verso un futuro completamente elettrico, diventando nel frattempo l'uomo più ricco del mondo, ha avuto parole schiette per le aziende che non richiedono al personale di tornare in ufficio a tempo pieno.

"Ci sono ovviamente aziende che non lo richiedono, ma quando è stata l'ultima volta che hanno messo sul mercato un nuovo grande prodotto? Ne è passato di tempo", ha scritto Musk nell'e-mail.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli