Nel 1995 venne ospitata da casa dei sui “aguzzini” e da allora le era toccato uno stanzino

Una donna segregata in casa per 22 anni
Una donna segregata in casa per 22 anni

Arriva dal Molise la terribile vicenda di una donna segregata in casa per 22 anni dal fratello e dalla cognata a Campobasso: nel 1995 venne ospitata a casa dei sui “aguzzini” e da allora le era toccato uno stanzino di fianco ad una legnaia in condizioni disumane. La vittima ha 67 anni e, dopo essere rimsta vedova, era andata a vivere a casa del fratello. All’inizio la 67enne aveva occupato la stanza dei genitori, ma dopo alcuni anni sarebbe stata costretta a trasferirsi in un ambiente del tutto inadatto.

Segregata in casa per 22 lunghi anni

La vittima di quel maltrattamenti e di quel vero “furto di vita” è stata  
liberata dai Carabinieri di Campobasso. E i militari hanno diffuso alcune informazioni ed immagini che danno bene la cifra dell’orrore a cui è andata incontro per oltre due decenni la 67enne.

Vasca per i panni come lavandino

Nessun riscaldamento, un lavabo per i panni come lavandino, ambiente angusto, porta che si poteva chiudere solo dall’esterno e fratello e cognata, che con uno spago legato a un chiodo ancorato al muro, sono riusciti “a impedire alla donna di uscire in loro assenza”. E ancora: per la donna nessuna cura medica, occasionali visite al parrucchiere ma solo sorvegliata a vista dalla cognata. Dopo settimane di indagini i carabinieri hanno smascherato quell’orrore, con la vittima che ha riferito di essere stata percossa e di “non aver mai avuto accesso ai servizi igienici per più di una volta al mese”. Ora la 67enne sarà collocata in una struttura protetta.