Nel 2021 sono morti già 557 migranti nel confine tra Usa e Messico

·1 minuto per la lettura

AGI - Sono 557 i migranti morti dall'inizio del 2021 al 30 settembre, al confine fra Stati Uniti e Messico. Dai dati della Border Patrol, il braccio federale delle forze dell'ordine della United States Customs and Border Protection, ci sono 254 decessi in più rispetto al 2020 e 300 rispetto al 2019.

Le morti sono dovute soprattutto alle condizioni di disagio e pericolo in cui i migranti vengono a trovarsi quando tentano il passaggio del confine. La US Border Patrol ha effettuato quasi un milione di arresti per attraversamenti illegali al confine tra Stati Uniti e Messico durante il 2021, il piu' alto numero mai registrato.

Con l'aumento degli attraversamenti dei migranti, è salito anche il numero di criminali che abbandonano e abusano di queste persone. Le organizzazioni di trafficanti lasciano le persone in aree molto pericolose e questo, nel giugno scorso ad esempio, ha fatto segnare un aumento del numero dei soccorsi da parte della polizia di frontiera.

Soccorsi che in generale, sono saliti alle stelle nel periodo di riferimento del 2021 e sono piu' che raddoppiati rispetto all'anno precedente, segno che la polizia di frontiera sta gestendo una situazione difficile. Le persone tratte in salvo sono state 12.854, numero che supera di gran lunga quelli dei quattro anni precedenti. Il precedente massimo era del 2019, con 5.335 soccorsi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli