Nel 2022 pressione fiscale a livelli record: 43,8%

Flavia Scalambretti/AGF

AGI - La pressione fiscale in Italia ha raggiunto il 43,8% nel 2022, un livello mai toccato in precedenza. Lo segnala l'Ufficio studi della Cgia secondo il quale il record storico raggiunto quest'anno, comunque, non è riconducibile a un aumento della tassazione su famiglie e imprese, ma dall'interazione di tre aspetti congiunturali distinti.

Il primo da un forte aumento dell'inflazione, che ha fatto salire le imposte indirette; il secondo dal miglioramento economico e occupazionale avvenuto nella prima parte dell'anno, che ha favorito la crescita delle imposte dirette e il terzo dall'introduzione nel biennio 2020-2021 di molte proroghe e sospensioni dei versamenti tributari, agevolazioni che sono state cancellate per il 2022.