Nel mondo aumentano del 10% i diaconi permanenti nella Chiesa

Ska

Città del Vaticano, 25 mar. (askanews) - Aumentano del 10% dal 2013 al 2018 i diaconi permanenti nella Chiesa in tutto il mondo. Lo registra l'ufficio centrale di statistica della Chiesa cattolica che pubblica oggi l'Annuario Pontificio e dell'Annuario Statistico della Chiesa. Se le cifre mostrano un calo complessivo delle vocazioni sacerdotali e religiose, tranne in Asia e Africa, e una sostanziale stabilità del numero di fedeli, nel quinquennio che copre il pontificato di Papa Francesco aumentano anche del 3,9% i vescovi.

Una sintesi delle statistiche pubblicata oggi dalla sala stampa vaticana nota che una realtà ecclesiastica che è in rapida evoluzione è quella dei diaconi permanenti, il cui numero è in forte evoluzione sia a livello mondiale sia nei singoli continenti, passando complessivamente da 43.195 unità nel 2013 a 47.504 unità cinque anni dopo, con una variazione positiva, quindi, di circa il 10%.

Il numero dei vescovi nel mondo aumenta tra il 2013 e il 2018 di oltre il 3,9%, passando da 5.173 a 5.377, con un incremento assai marcato in Oceania (+4,6%), in America e in Asia (con +4,5% per entrambi) e in Europa (+4,1%), mentre in Africa (+1,4%) i valori si collocano sotto la media mondiale. La distribuzione territoriale relativa ai vescovi rimane sostanzialmente identica nei due anni presi a confronto.