Nel Regno Unito il 90% dei pazienti in terapia intensiva non ha fatto la terza dose

·1 minuto per la lettura

AGI - Nel Regno Unito arriva fino al 90% la quota dei pazienti Covid ricoverati nei reparti di terapia intensiva che non ha ricevuto il richiamo del vaccino.

Lo ha reso noto il premier Boris Johnson a margine di una visita in un centro vaccinale.

"Mi spiace dirlo, ma la maggioranza schiacciante dei pazienti (Covid, ndr) che vengono ricoverati in terapia intensiva non ha ricevuto il richiamo del vaccino", ha affermato Johnson precisando che i medici gli hanno detto che "non ha ricevuto il richiamo del vaccino fino al 90% delle persone ricoverate in terapia intensiva". 

Inoltre, ha sottolineato il capo di Downing Street, "chi non è vaccinato ha un rischio di essere ricoverato che in media è 8 volte superiore" rispetto a chi ha ricevuto il siero.

Il premier ha aggiunto che sono 2,4 milioni gli abitanti del suo Paese che hanno diritto a ricevere la terza dose ma che non si sono ancora prenotati.

Il Paese sta registrando un boom di contagi: ieri sono stati 130 mila. Johnson ha comunque confermato che, a differenza della Scozia, del Galles e dell'Irlanda del nord, non vi saranno nuove restrizioni in Inghilterra.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli