Nella città etnea aumentano i casi di Coronavirus

·1 minuto per la lettura
comune catania
comune catania

Un vero e proprio focolaio di Covid-19 è scoppiato al Comune di Catania e nel comando dei vigili urbani. Al Comune sono infatti risultati positivi al tampone due dipendenti dei servizi demografici e di stato civile, mentre al comando la situazione è più grave. Otto vigili urbani, due agenti, quattro ispettori e due operatori di polizia municipale sono stati infatti contagiati. Tutti attualmente si trovano in isolamento domiciliare in attesa di effettuare nuovi test.

Le prossime iniziative

In concordanza con la Asp di Catania, l’Amministrazione comunale ha deciso che venerdì 6 ottobre, presso il Comando dei vigili urbani di piazza Spedini verrà eseguita una attività di screening con oltre centocinquanta tamponi per gli addetti ai servizi della polizia locale.

Per gli uffici del centro polifunzionale di via La Marmora, nel quartiere di San Leone, invece, lunedì 2 novembre è stata disposta la chiusura al fine di effettuare la sanificazione. Lo stesso è avvenuto per i locali decentrati di viale Mario Rapisardi del V Municipio, dove era stato registrato un altro caso di Covid-19.

La situazione Covid-19 in Sicilia

In tutta la Sicilia, intanto, il numero di casi di Covid-19 sta vertiginosamente aumentando. Venerdì 30 ottobre i nuovi contagi hanno sfiorato i mille. Più di una decina, invece, i morti nell’ultima giornata. I dati sono ormai di gran lunga più drammatici rispetto ai livelli della prima ondata della pandemia, che ha avuto luogo nei mesi di marzo e aprile.