Nella notte appena trascorsa ne sono state registrate da 3.5 e 2.7 della scala Richter

La mappa Ingv degli eventi sismici delle ultime 30 ore
La mappa Ingv degli eventi sismici delle ultime 30 ore

Sono state registrate altre due scosse di terremoto nella notte e nel mare davanti a Fano e nella notte appena trascorsa ne sono state registrate da 3.5 e 2.7 della scala Richter. Fra i residenti delle Marche è tornata a serpeggiare la paura e molti hanno allertato polizia e vigili del fuoco dopo aver avvertito il nuovo movimento tellurico.

Fano, altre due scosse di terremoto

I dati dell’Ingv riferiti dall’Ansa spiegano che prosegue dunque la sequenza sismica davanti la costa delle Marche, questo dopo la forte scossa di magnitudo 5.7 registrata alle 7:07 di ieri che aveva anche determinato qualche crollo ma per fortuna nessuna vittima. I dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) dicono che le scosse più rilevanti verificatesi nelle ultime ore sono state due: una di magnitudo 3.5 alle 23:05 di ieri e un’altra di magnitudo 2.7 alle 00:15.

Ipocentro compreso fra 8 e 4 chilometri

Tutti e due i movimenti sismici avrebbero avuto un ipocentro “compreso tra gli 8 e i 4 chilometri di profondità ed epicentro a circa 30 km da Fano (Pesaro e Urbino)”. Sulla scorta della possibilità che lo sciame sismico avviato una settimana fa non sia in regressione di magnitudo intanto nella città delle Marche colpita dal sisma le scuole di ogni ordine e grado oggi resteranno chiuse, “così come la biblioteca, il museo e i circoli ricreativi di proprietà del Comune”.