Nelle Marche 'cade' anche Senigallia

·1 minuto per la lettura

Dopo la Regione e il Comune di Macerata, 'cade' anche quello di Senigallia, la città già guidata da Maurizio Mangialardi. Massimo Olivetti con il 51,08% è il nuovo sindaco di Senigallia dopo che il ballottaggio ha ribaltato le carte in tavola nel primo turno, dove il neosindaco inseguiva con il 34,2% il candidato del centrosinistra Fabrizio Volpini che era in testa col 43,4%. Volpini si è fermato al 48,9%. Una sfida aperta fino all'ultimo: lo scarto finale sarebbe di poco più di 400 voti.

"Oggi è una giornata storica per le Marche e per la Provincia di Ancona: Massimo Olivetti, candidato moderato su cui abbiamo puntato sin da subito, è il nuovo sindaco di Senigallia". Lo sottolinea il senatore Francesco Battistoni commissario regionale di Forza Italia Marche.

"Il centrodestra unito ha strappato alla sinistra un Comune di straordinaria importanza, amministrato fino ad ora da Maurizio Mangialardi, ex presidente Anci Marche e candidato governatore del Partito Democratico. In questa Regione abbiamo sconfitto la sinistra in ogni contesto".

"Ora ci aspetta un lavoro enorme, per ridare alla città il giusto impulso economico e turistico che merita. Forza Italia farà la sua parte nel processo di cambiamento e di innovazione. Un grande in bocca al lupo a Massimo per i prossimi cinque anni di amministrazione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli