Nell'Eurozona la disoccupazione è scesa a settembre al 6,6%, in Italia è stabile al 7,9%

no credit

AGI - La disoccupazione a settembre nell'eurozona si è attestata al 6,6%, in calo rispetto al 6,7% di agosto e al 7,3% di settembre 2021. In Italia, la percentuale di disoccupati è stata del 7,9% a settembre, allo stesso livello di agosto e più bassa rispetto al 9% di settembre 2021.

Emerge dai dati di Eurostat, l'Ufficio di statistica dell'Unione europea. Tra i Ventisette, a settembre il tasso di disoccupazione è stato del 6%, stabile rispetto ad agosto e in discesa rispetto al 6,7% di settembre 2021.

Se la disoccupazione a settembre ha mostrato un leggero calo, di tendenza opposta è la percentuale specifica dei disoccupati tra i giovani, cioè le persone sotto i 25 anni. In questo caso il tasso a settembre è stato del 14,6% sia nell'Ue che nella zona euro, in aumento sui rispettivi 14,3% e 14,4% del mese precedente. Anche in Italia il tasso è aumentato a settembre rispetto ad agosto, passando dal 22,1% al 23,7%.

Infine, il tasso della disoccupazione femminile nell'Ue è stato del 6,4% a settembre, stabile rispetto ad agosto. Anche il tasso di disoccupazione maschile è rimasto allo stesso livello del mese precedente, al 5,7% a settembre.

In Italia, la percentuale della disoccupazione femminile è rimasta stabile al 9,3%, mentre quella maschile ha registrato un leggero aumento rispetto ad agosto, passando dal 6,8% al 6,9%.

“Nell'area dell'euro, il tasso di disoccupazione femminile è stato del 7,1%, in calo rispetto al 7,2% del mese precedente, mentre il tasso di disoccupazione maschile è stato del 6,2%, stabile rispetto al mese precedente”, ha illustrato infine Eurostat.