Nello Musumeci querela Philippe Daverio: “Si scusi con i siciliani”

Nello Musumeci Philippe Daverio

Dopo le accuse rivolte ai siciliani, Nello Musumeci, presidente della regione Sicilia, intima Philippe Daverio di chiedere scusa e lo querela all’autorità giudiziaria.

Nello Musumeci contro Philippe Daverio

Tutto è partito da una puntata di “Borgo dei borghi“, concorso televisivo volto ad eleggere il borgo più bello d’Italia. Malgrado la giuria popolare avesse votato per Palazzolo Acreide, il premio finale è spettato a Bobbio. Artefice di questo ribaltamento è stata la giuria qualificata presieduta dallo stesso Philippe Daverio. Essendo lui cittadino onorario del borgo vincente, l’esponente di Italia Viva in Commissione Vigilanza Rai l’ha accusato di conflitto d’interessi.

Un atteggiamento che non è andato giù al critico d’arte, secondo cui quella dei siciliani contro di lui è un’intimidazione. “Qualcosa di tipico della loro cultura. A me la Sicilia non piace, lo posso dire? La Trinacria poggia con un piede e a terra, sono terroni che rosicano“, ha replicato.

Parole che hanno fatto scattare l’immediata critica del Presidente della Sicilia Nello Musumeci, che le ha definite “dichiarazioni calunniose con un tono razzista“. Questo ha infatti sporto una querela contro Daverio, invitandolo ad andare nella sua regione per accorgersi delle falsità che ha detto. E si augura che i vertici del servizio pubblico televisivo rescindano i rapporti che li legano a lui. Non manca poi di pretendere le scuse del “razzista francese” che, qualora decidesse di recarsi nell’isola, “verrà accolto con una fetta di cassata, senza cannoli a canne mozze“.