Nello studio tv di Vespa il leader di Forza Italia non parla solo delle elezioni imminenti

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi si propone come paciere nella guerra fra Russia ed Ucraina: “Io e la Merkel possiamo mediare con Putin”. Nello studio tv di Bruno Vespa il leader di Forza Italia non parla solo delle elezioni imminenti  ma ha fatto sia il punto della situazione della campagna elettorale in vista del voto del prossimo 25 settembre che dei temi che le fanno da contorno o che la ispirano.

“Putin non ha subito perdite cruciali”

E sull’argomento il presidente di Forza Italia ha affrontato il problema e la questione con una proposta, ma prima ha fatto un’analisi: “Non vedo nessuna perdita per Putin da qui in avanti. Certo la guerra con l’Ucraina non è piacevole l’invincibile Armata russa non si è dimostrata così invincibile…”. Poi il Cav ha ribadito atlantismo ed europeismo sul tema: “Non posso scostarmi dalle posizioni del governo, dell’Ue, degli Usa e di tutto l’Occidente, ma sono molto deluso e dispiaciuto perché la Russia, invece di entrare nella Ue, ha rafforzato il totalitarismo comunista della Cina. Sono molto addolorato per questo”. E sul tema delle sanzioni?

“Io e Merkel possiamo mediare con Putin”

Il leader azzurro è convinto che quelle non danneggino Vladimir Putin che “è assolutamente in grado di resistere, dato che si sono sviluppate richieste da parte di Cina e India e non vedo nessuna perdita per lui”. E a quel punto Berlusconi ha ritirato fuori la possibilità di una soluzione diplomatica, indicando nella figura dell’ex cancelliera tedesca una sua potenziale partner: “Se c’è una persona che può lavorare al mio posto o al mio fianco è la signora Angela Merkel, con lei mi sentirei di tentare un convincimento”.