Neo Arcivescovo Maffeis giunge a Perugia: prendere a cuore problemi gente

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 set. (askanews) - "La città prospera quando alle persone - ai giovani, soprattutto - sono garantite condizioni e strutture adeguate alla loro crescita e alla loro libertà. Prospera grazie a rapporti significativi e alla pace che si instaura tra i suoi cittadini. Allora la città fiorisce e tutto ciò che proviene da culture, etnie e religioni diverse la modella, senza comprometterne il profilo". Lo ha detto l'arcivescovo eletto di Perugia e Città della Pieve, Ivan Maffeis, accolto con una celebrazione in cattedrale presieduta dal cardinale Gualtiero Bassetti alla presenza del sindaco di Perugia, Andrea Romizi, e della presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei.

"Cari Amministratori, cari Politici, e voi tutti, Servitori del bene comune: la dottrina cristiana - ha sottolineato - riconosce la vostra responsabilità come "la forma più alta della carità": in quanto tale, merita rispetto e stima, sostegno e solidarietà. E se da noi venisse anche il pungolo della critica, sappiate che nessun richiamo vorrà essere più forte dell'incoraggiamento per la vostra missione. Come voce di una Chiesa esperta in umanità continueremo a offrire - pur con i nostri limiti - quanto abbiamo di più caro: la Parola del Vangelo e la vita buona che nasce dall'incontro con il Signore Gesù. In questa luce, vi assicuro la disponibilità della Chiesa perugino-pievese a collaborare nel prenderci a cuore le attese e i problemi della gente, perché la nostra rimanga e sia sempre più una terra a misura della persona umana, dei suoi beni e dei suoi fini. Con il desiderio di incontrarvi e conoscervi personalmente, vi ringrazio ancora per la cordialità della vostra presenza".