Neonata morta a Roma, domani interrogatorio garanzia per madre

Nav

Roma, 21 gen. (askanews) - E' stato fissato per domani l'interrogatorio di convalida e garanzia della madre della neonata deceduta ieri all'ospedale Bambin Gesù. Secondo quanto si è appreso la donna ha 28 anni ed è di origine svedese, e fino a pochi mesi fa viveva in Germania. A conoscenza degli inquirenti non risulterebbero allarmi di tipo sociale in relazione alla famiglia.

Il parto ci sarebbe stato sabato, in una abitazione di Vitinia. A dare i primi soccorsi è stata la nonna della piccola che ha anche chiamato il 118. Alla bimba sono state riscontrate ferite al capo. Potrebbero esser dovute - si spiega - ad una caduta seguita al parto che sarebbe stato fatto in piedi. La neonata è stata trovata avvolta in un asciugamano e con il cordone ombelicale ancora non reciso.

Gli investigatori dei carabinieri hanno raccolto le prime informazioni sulla vicenda. I magistrati affideranno nelle prossime ore l'incarico per l'autopsia per stabilire la causa delle ferite riscontrate sul corpo della bimba. Al vaglio di chi indaga c'è l'intera dinamica del parto. In particolare viene valutato con attenzione il possibile ruolo avuto dalla mamma della partoriente nelle fasi precedenti e successive alla nascita.

Il compagno della 28enne non era in casa sabato. Ha lavori saltuari e non risulterebbero segnalazioni di possibili maltrattamenti. La madre della piccola è stata prima ricoverata al Sant'Eugenio, poi dimessa e portata agli arresti domiciliari. Domani l'interrogatorio davanti al gip proverà a far luce.