Neonata rimasta chiusa nell'auto sotto al sole: salvata da un carabiniere

Carabinieri

AGI - Un carabiniere ha salvato una neonata di 6 mesi rimasta chiusa nell'auto dopo che si era attivata la chiusura automatica delle portiere. È quanto accaduto ieri pomeriggio a Giussano, in provincia di Monza. La donna, 39 anni, dopo aver collocato la figlia sul seggiolino a bordo dell'automobile, mentre caricava il bagagliaio, si è accorta che nella macchina, con le chiavi all'interno, si era improvvisamente attivata la chiusura automatica.

Quando ha notato che per il caldo la neonata era in stato di sofferenza, la madre in preda al panico ha cominciato a chiedere aiuto ai passanti. Fortunatamente un carabinere della stazione di Giussano, libero dal servizio, è stato attirato dalle richieste della mamma ed è intervenuto rompendo il vetro posteriore, cosa che ha ha permesso l'apertura del veicolo.

Sul posto sono poi arrivati in supporto i colleghi dell'Arma della stazione di Carate Brianza e i soccorsi sanitari del 118 che hanno visitato a scopo precauzionale la minore, senza necessità di trasportarla in ospedale dove invece si è dovuto recare il carabiniere per alcune schegge finite in profondità nella mano destra. Lo stesso è stato medicato e dimesso nel corso della serata stessa con 10 giorni di prognosi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli