Nerina Peroni morta a 81 anni: addio alla pianista di Tu si que vales

·2 minuto per la lettura
Nerina pieroni morta
Nerina pieroni morta

Addio a Nerina Peroni, la pianista di 81 anni concorrente dell’ultima edizione di Tu si que vales: professoressa di musica in pensione, la donna viveva in una casa di riposo dove era solita allietare tutti gli ospiti suonando il pianoforte.

Nerina Pieroni morta: aveva 81 anni

Nerina si è spenta nella notte tra venerdì 23 e sabato 24 luglio per cause ancora non note. Residente nella rsa Chianoc di Savigliano, in provincia di Cuneo, la donna si era presentata al pubblico nella puntata del 31 ottobre suonando il piano, cosa che avrebbe dovuto fare anche in questi giorni ad un evento nel cuneese. Accompagnatrice al pianoforte al conservatorio di Torino, la sua è una storia di rinascita e coraggio: dopo aver sospeso la sua attività per dieci anni in seguito ad un malessere, nel 2006 aveva ritrovato la forza per riprenderla.

Nerina Pieroni morta: la sua storia

A raccontare il suo visuto era stata lei stessa nel corso della puntata: “È stata la mia vita ma quando non si può più, non si può più. Ho deciso di ritirarmi in casa di riposo“. Le sue amiche, ha continuato, avevano paura che si intristisse in quel luogo, ma la donna ha raccontato di aver incontrato persone meravigliose e di aver trovato negli ospiti fratelli e sorelle.

Un’infermiera, Cristina, l’ha riconosciuta e le ha chiesto se suonasse ancora. Nerina le ha risposto di no e l’operatrice le ha fatto portare una pianola. “Ho messo le mani sul pianoforte e quella sera ho fatto fatica ad addormentarmi, tanta era l’emozione di essere tornata a suonare“.

Nerina Pieroni morta: le parole di Maria de Filippi

Dopo il racconto della sua esperienza e la sua esibizione, Maria de Filippi aveva dimostrato di fare il tifo per lei. La conduttrice riteneva che lei avesse due talenti: da una parte quello che appartiene all’artista, di saper suonare il pianoforte, dall’altro quello di saper vedere il bicchiere mezzo pieno e mai mezzo vuoto. Il riferimento è a dun episodio di vita familiare e personale raccontato dalla concorrente e alla sua forza ritrovata dopo un periodo difficile. “Un talento raro, che io non ho ma che sognerei di avere. È l’arte della vita, il saper vivere. Ci si nasce“, aveva aggiunto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli