"Nessun nesso fra AstraZeneca e i casi di trombosi", assicurano Draghi e von der Leyen

·1 minuto per la lettura

 

AGI - Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto un colloquio telefonico con la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen. Dalla conversazione è emerso che non c'è alcuna evidenza di un nesso tra i casi di trombosi registrati in Europa e la somministrazione del vaccino Astrazeneca.

La presidente von der Leyen, fa sapere Palazzo Chigi, ha comunicato che l'Ema ha avviato una ulteriore 'review' accelerata.

Intanto, l'autopsia sul corpo del vicecomandante della sezione di Pg dei carabinieri di Trapani, Giuseppe Maniscalco, ha escluso che la sua morte sia ricollegabile all'assunzione, da parte del militare, del lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca, attualmente sospeso in via precauzionale dall'Aifa.

Il militare dell'Arma aveva avuto un malore dopo avere assunto la dose. A escludere un collegamento tra il vaccino e la morte dell'uomo è stato l'esame autoptico eseguito nell'ambito dell'inchiesta che la procura di Trapani aveva aperto dopo la denuncia presentata dai familiari.