"Nessun passo indietro". Giuseppe Conte difende il reddito di cittadinanza

AGI - "Centrodestra e Italia viva non passeranno sul reddito di cittadinanza", mentre Salvini "fa demagogia": ad affermarlo è l'ex premier Giuseppe Conte in
un'intervista al Corriere della Sera in cui ha avvertito che sulla misura di sostegno "il M5S non alzerà bandiera bianca anche perché non è nell'ordine delle cose". "Resto a quanto ha dichiarato Draghi, che condivide la necessità di questo sistema di protezione", ha spiegato il presidente M5s".

"L'iniziativa del centrodestra, spalleggiata da Italia viva, non potrà avere successo, perché il reddito di cittadinanza è un fatto di necessità oltre che di civiltà", ha insistito Conte. "Siamo stati gli ultimi in Europa ad avere introdotto questa misura che garantisce coesione e sicurezza sociale, cosa che non è possibile se milioni di persone vivono al di sotto della soglia di povertà".

Sul reddito di cittadinanza l'ex premier non ha rimorsi: "Lo rifarei non una, ma cento volte, l'Italia sul reddito di cittadinanza non può più tornare indietro. Alcune necessità di modifiche scaturiscono tutt'al più dalla sua messa in pratica. Perciò dico sì a un tavolo che monitori la sua efficacia, rafforzi i controlli per evitare abusi e favorisca il dispiegamento di tutti i vantaggi per gli imprenditori collegati alle assunzioni".

Infine, lo spinoso tema dell'appuntamento delle Amministrative."Non temo un crollo alle Amministrative ma non può essere un banco di prova. Il nuovo corso non ha ancora potuto dispiegare i suoi effetti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli