Nessun provvedimento per la preside del liceo Montale di Roma

·1 minuto per la lettura
Sabrina Quaresima
Sabrina Quaresima

Non verrà preso nessun provvedimento nei confronti della preside del liceo Montale di Roma. Il 18enne non ha consegnato elementi probatori della loro presunta relazione all’ufficio regionale scolastico.

Liceo Montale di Roma, nessun provvedimento nei confronti della preside

La vicenda della presunta relazione tra una preside e uno studente maggiorenne del liceo Montale di Roma si è conclusa. L’Ufficio Regionale scolastico, nei giorni successivi alla denuncia pubblica del ragazzo, aveva avviato un’ispezione ma il fascicolo è stato chiuso, con l’annuncio che non verrà preso nessun provvedimento nei confronti della donna. Sabrina Quaresima potrà continuare a svolgere il suo lavoro all’interno dell’istituto. Secondo il racconto del ragazzo tutto sarebbe iniziato a dicembre durante un’occuazione. I due si sarebbero incontrati fuori dalla scuola, poi quella che lui aveva definito relazione si era conclusa. Chat e audio di cui il 18enne aveva parlato non sono state consegnate agli ispettori.

La reazione della preside

La vicenda che aveva scatenato numerose polemiche si è ufficialmente conclusa. Ora Sabrina Quaresima, che si era difesa in un’intervista al Corriere della Sera, potrà tornare a svolgere il proprio lavoro. “Apprendo con immensa gioia che l’Ufficio Scolastico Regionale terminata l’ispezione al liceo Montale non ha accertato alcuna violazione da parte mia del codice disciplinare né avvierà alcun procedimento a mio carico. È la fine di un’angoscia mai provata. Sono stata processata senza appello da un tribunale mediatico senza morale né scrupoli” ha dichiarato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli