Nessuna luna di miele per il governo, la Lega resiste in testa: il sondaggio di Agorà

HuffPost
Il premier nel giorno della fiducia al Conte bis

La nascita del governo Pd-M5s non entusiasma gli elettori o, almeno, non fa cambiare le loro intenzioni elettorali. Secondo un sondaggio Emg Acqua presentato ad Agorà, se si andasse alle urne oggi, la Lega sarebbe il primo partito, seguito dal Pd. Il 33,3% degli intervistati ha infatti risposto sceglierebbe il partito guidato da Salvini, il 23% ha risposto invece che voterebbe per il Pd. Il Movimento 5 stelle si fermerebbe al terzo posto, ottenendo il 19,7% delle preferenze. Seguirebbero Forza Italia con il 7,8%, Fratelli d’Italia con il 7%. Più Europa arriverebbe al 2,6%, La Sinistra all’1,8%.

 

Quanto alla fiducia degli italiani nei leader, al primo posto si attesta il premier Giuseppe Conte . Di lui si fida il 43% degli intervistati. Segue Matteo Salvini, nel quale confida il 41% degli intervistati. Giorgia Meloni, con il 29%, supera Luigi Di Maio che si ferma al 27%. Nicola Zingaretti al quinto posto, 24%. Berlusconi al 18%.

Scarsa la fiducia nel nuovo esecutivo il 48% degli intervistati dice di non averne o di averne poca. Il 30% afferma, invece, è “molta” o “abbastanza”.

Se il premier Giuseppe Conte fondasse un partito, a votarlo, tra gli elettori M5s, sarebbe il 17%, contro il 10% degli elettori pentastellati che certamente non lo voterebbero. Ma tra chi certamente si esprimerebbe nell’urna in suo favore e chi probabilmente lo voterebbe, la percentuale sale al 59%. Rispetto all’elettorato totale invece, a votare un partito di Conte con certezza sarebbe il 6%, percentuale che sale al 21% se si aggiungono gli elettori che probabilmente lo voterebbero.

Continua a leggere su HuffPost