Nessuno di loro è ferito ma le procedure saranno complesse e si temono tracolli psicologici

·1 minuto per la lettura
Una veduta della miniera Totten
Una veduta della miniera Totten

In Canada sono state avviate le operazioni di recupero di 39 minatori intrappolati a 1200 metri sotto terra nell’impianto di Totten Mine dopo che un “secchio”, un grande contenitore di minerale, si era staccato ed aveva bloccato l’uscita. Dalla giornata di ieri, 27 settembre e dopo l’incidente minerario, la società di estrazione Vale ha preso contatto ed ha fatto sapere che nessuna delle 39 persone intrappolate è ferita.

Al via il recupero di 39 minatori intrappolati in Ontario: squadra di soccorso sul posto

Un primo team di soccorso e salvataggio ha già raggiunto tramite un pozzo parallelo il gruppo. Gruppo i cui componenti sono distribuiti in diversi ripari situati tra i 900 e 1.200 metri di profondità. Le operazioni per portare i minatori intrappolati in superficie vengono definite “molto complesse e lunghe” e il timore è che qualcuno possa pagare pegno allo stress.

Cade un “secchio” e si blocca l’uscita: partito il recupero di 39 minatori intrappolati in Canada

La miniera si trova ad ovest di Subdury, in Ontario e i minatori sarebbero rimasti intrappolati sotto terra per un “problema meccanico che ha bloccato l’entrata”. Dopo la discesa del rescue team la società ha poi diramato un comunicato numero due molto più ottimistico.

Società e sindacati ottimisti sul recupero dei 39 minatori intrappolati nella “Totten”

Ecco parte del testo: “Ci aspettiamo che tutti raggiungano la superficie entro stasera, usciranno tramite un sistema secondario di scale di uscita, con il sostegno della squadra di salvataggio della miniera”. Ottimista anche lo United Steelworkers, sindacato che rappresenta 30 dei 39 minatori intrappolati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli