Netflix, 40 titoli tra film e serie tv contro le discriminazioni

Black Lives Matter

Netflix ha deciso di creare una nuova categoria appositamente per il Black Lives Matter, ovvero il movimento nato negli Stati Uniti in seguito alla morte di George Floyd e le relative manifestazioni.

Netflix ha creato una nuova categoria

In seguito alla morte di George Floyd è nato il movimento Black Lives Matter e Netflix ha deciso di sensibilizzare la propria offerta d’intrattenimento grazie alla creazione di una nuova categoria, con ben 40 opere tra film, documentari e serie televisive. L’intento è quello di ribadire l’importanza delle storie della comunità afroamericana da parte degli autori che rappresentano la comunità.

Ecco quanto si evince dal comunicato stampa ufficiale: “Quando diciamo Black Lives Matter, che le vite dei neri hanno importanza, intendiamo che anche lo storytelling black ha importanza. Consapevoli che il nostro impegno verso un cambiamento sistemico veritiero necessiterà di tempo, iniziamo dando evidenza a narrazioni potenti e complesse riguardanti la black experience”. D’altronde lo scorso 30 maggio, Netflix, attraverso i propri canali social ha scritto: “Stare in silenzio vuol dire essere complici. Abbiamo una piattaforma e il dovere nei confronti dei nostri abbonati, impiegati, creativi e star afroamericani di farci sentire”.

Ebbene, nella categoria Black Lives Matter di Netflix sarà possibile trovare 40 opere selezionate, come ad esempio il documentario 13th e la serie When They See Us, entrambi prodotti firmati da Ava DuVernay. Spazio anche per il documentario memoir di Michelle Obama, Becoming, ma anche opere di Spike Lee, come Lola Darling, She’s Gotta Have It e Da 5 Bloods. Tra gli altri si annoverano anche Quincy, Chi ha ucciso Malcom X?, le serie tv Dear White People, Orange Is The New Black, Luke Cage di Marvel e Pose.