Netflix lancia il piano di streaming con pubblicità

Netflix lancia il piano di streaming con pubblicità
Netflix lancia il piano di streaming con pubblicità


Il colosso dello streaming Netflix Inc (NASDAQ:NFLX) ha cambiato idea sullo streaming supportato da pubblicità; il CEO Ted Sarandos ha spiegato il motivo per cui l'azienda sta portando avanti il nuovo piano.

Cosa è successo

A maggio Netflix aveva detto ai suoi dipendenti che un piano di streaming con pubblicità sarebbe potuto arrivare entro la fine di quest’anno: il piano è stato confermato questa settimana da Sarandos al Festival internazionale della creatività Leoni di Cannes.

"Abbiamo escluso un grande segmento di clienti, ovvero le persone che dicono: ‘Ehi, Netflix è troppo costoso per me e la pubblicità non mi dà fastidio’", ha dichiarato Sarandos. "Stiamo aggiungendo un livello di abbonamento con pubblicità, non stiamo aggiungendo annunci a Netflix per come lo conosci oggi."

È la prima volta che Netflix partecipa alla conferenza dei Leoni di Cannes sulla pubblicità; durante l’evento Sarandos è stato insignito del premio “Persona dell'anno nell'intrattenimento”.

In precedenza Netflix si era detta contraria all'aggiunta di contenuti supportati dalla pubblicità; a marzo i dirigenti avevano infatti affermato che quest’opzione non era nei piani dell'azienda.

Perché è importante

Nel primo trimestre del 2022 Netflix ha registrato una perdita di 200.000 abbonati, il suo primo calo trimestrale in oltre 10 anni.

Il piano di abbonamento con pubblicità potrebbe portare un'ondata sia di nuovi abbonati che di abbonati di ritorno disposti a guardare gli annunci pubblicitari in cambio di una tariffa mensile inferiore.

Il piano di streaming più economico di Netflix negli Stati Uniti è di 9,99 dollari al mese, che permette di utilizzare uno schermo alla volta.

Netflix non ha rilasciato annunci o commenti su quanto potrebbe costare un piano di abbonamento con pubblicità.

La piattaforma di streaming Hulu ha un piano supportato dalla pubblicità; anche HBO Max — consociata di Warner Bros. Discovery (NASDAQ:WBD) — aveva un piano di abbonamento con pubblicità.

Anche Disney+ di The Walt Disney Company (NYSE:DIS) sta lavorando a un piano supportato dalla pubblicità.

Con la forte concorrenza che caratterizza i mercati dello streaming, prezzi più bassi per alcuni consumatori potrebbero avere senso in quanto potrebbero consentire loro di permettersi diverse offerte, una mossa che potrebbe ripagare Netflix.

Oltre a confermare il piano supportato dalla pubblicità, Sarandos ha anche commentato che l’azienda è un obiettivo di acquisizione, dato il calo di prezzo delle sue azioni.

"(Un buyout) è sempre una realtà, quindi dobbiamo tenere gli occhi aperti su questo", ha detto Sarandos. "Abbiamo un sacco di scalabilità, redditività e flusso di cassa libero per continuare a far crescere questo business".

Movimento dei prezzi di NFLX

Giovedì, al momento della pubblicazione, le azioni Netflix erano in rialzo dello 0,97% a 180,63 dollari. Il titolo ha un intervallo a 52 settimane compreso tra 162,71 e 700,98 dollari.

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azionibreakoutcriptovalute e opzioni.

Continua a leggere su Benzinga Italia

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli