Netflix sbarca su Sky: cosa cambia, i costi dell’offerta e l’attivazione

netflix sbarca su sky

Grazie alla nuova offerta Sky Intrattenimento plus sarà possibile avere Netflix e Sky in unico posto: Sky Q. Questa partnership rappresenta l’opportunità di non dover più scegliere tra i canali di Sky o le serie e i film di Netflix. A partire dal 9 ottobre, potrete averli entrambi sulla stessa piattaforma.

Netflix su Sky, cosa cambia: i costi

Il colosso di Rupert Murdoch ha annunciato la più grande offerta di intrattenimento mai presentata: le serie TV di Sky, l’intrattenimento per la famiglia e tutti i contenuti Netflix. Il pacchetto è particolarmente vantaggioso soprattutto per i clienti Sky Q con Sky Famiglia. In questo caso, l’acquisto di Intrattenimento plus aggiunge €9,99 all’abbonamento mensile già sottoscritto. Per coloro invece che non possiedono Sky Famiglia, ottenere Intrattenimento plus costerà €15,39.

L’offerta vuole andare incontro anche agli attuali clienti Netflix. Chiunque sia già abbonato alla piattaforma di streaming on demand più famosa al mondo potrà aderire a Intrattenimento plus a un prezzo vantaggioso. Una volta ottenuto il pacchetto, sarà possibile mantenere il proprio profilo Netflix e spostare il pagamento in fattura Sky. Netflix creerà un credito per i giorni pagati e non usufruiti.

I benefici di Intrattenimento plus

I clienti Sky Q Platinum con servizio Sky Q Plus attivo otterranno il piano Netflix Premium, che consente la visione in 4K e su 4 schermi in contemporanea (dal valore di €15,99). I cliente Sky Q Black o Sky Q Fibra avranno invece il piano Netflix Standard: visione in HD su 2 schermi in contemporanea (dal valore di €11,99).

Una volta scelto Intrattenimento plus sarà possibile sottoscrivere il piano Netflix Premium a €4 in più al mese su netflix.com\account. Nel caso in cui già si possieda un piano Netflix Premium si potrà scegliere se mantenerlo direttamente durante l’attivazione dell’account Netflix a €4 aggiuntivi al mese.

Per quanto riguarda i dispositivi su cui guardare Netflix, Intrattenimento plus offre l’opportunità di farlo direttamente su Sky Q (Sky Q Platinum, Sky Q Mini, Sky Q Black, Sky Q fibra) eda tutti i device connessi a Internet che offrono l’applicazione Netflix.

Netflix su Sky: le informazioni sull’attivazione

Intrattenimento plus sarà disponibile a partire dal 9 ottobre. Per attivarlo sarà sufficiente utilizzare il proprio telecomando e ricordarsi il PIN. Nella sezione Serie Tv > Netflix di Sky Q comparirà la voce Intrattenimento plus. In alternativa, basterà pronunciare “Intrattenimento plus” con il Controllo vocale.

Una serie di step a video serviranno a indicare i passaggi per completare l’acquisto. Dopo aver inserito il PIN, la conferma dell’adesione giungerà con una mail e un messaggio a video. Per effettuare questa operazione è necessario che Sky Q sia connesso a internet.

  • Denny Mendez contro Elisabetta Gregoraci: “La ruota gira”
    Notizie
    DonneMagazine

    Denny Mendez contro Elisabetta Gregoraci: “La ruota gira”

    Denny Mendez si è scagliata contro Elisabetta Gregoraci e l'ha accusata di un comportamento poco pulito nei suoi confronti.

  • Picchiata per la quinta volta perché lesbica: 20enne pubblica le foto
    Notizie
    notizie.it

    Picchiata per la quinta volta perché lesbica: 20enne pubblica le foto

    Charlie Graham 20 anni è stata picchiata per la quinta volta perché lesbica e ha deciso di pubblicare le foto con il volto insanguinato

  • Gf Vip, bufera sulla frase di Zequila “Ti dò un cazzotto e ti uccido”
    Notizie
    notizie.it

    Gf Vip, bufera sulla frase di Zequila “Ti dò un cazzotto e ti uccido”

    L'attore Roger Garth ha accusato Antonio Zequila di aver minacciato l'ex Miss Italia Carlotta Maggiorana all'interno della Casa del Gf Vip.

  • "Ho creato la pizza al kiwi, ora minacce di morte dall'Italia"
    Notizie
    Adnkronos

    "Ho creato la pizza al kiwi, ora minacce di morte dall'Italia"

    "So che la pizza in Italia è una religione... Ho avuto minacce di morte dall'Italia e dalla Francia per la mia pizza al kiwi". Stellan Johansson è lo chef svedese salito alla ribalta per il suo esperimento culinario: una pizza margherita 'arricchita' con i kiwi regalati dal fratello. La foto dell''invenzione' ha fatto il giro del web e Johansson, suo malgrado, si è ritrovato al centro dell'attenzione. La sua pagina Facebook, in particolare, è stata presa d'assalto da utenti italiani che, tra il serio e il faceto, si sono scandalizzati per il 'sacrilegio alimentare'. "Mi rendo conto che la pizza in Italia sia una religione. In Svezia si mette praticamente qualsiasi cosa sulla pizza, ma anche qui" l'uso dei kiwi "è sembrato strano a molte persone. Ho ricevuto minacce di morte dall'Italia e dalla Francia. Sulla mia pagina ci sono molti commenti arrabbiati, ma credo siano soprattutto ironici", aggiunge all'Adnkronos. L'apprezzamento per la cucina italiana è sincero, "in particolare per i piatti di pesce. Sono stato nel vostro paese 15 anni fa l'ultima volta. E' la prima volta che provo un esperimento del genere con la pizza, uso i kiwi per altre ricette", prosegue.

  • In Russia è iniziata l'era di Mikhail Mishustin
    Notizie
    AGI

    In Russia è iniziata l'era di Mikhail Mishustin

    Col voto della Duma che ha dato il via libera alla nomina di Mikhail Mishustin a primo ministro, in Russia si è aperta formalmente una nuova era, che gli analisti chiamano la 'transizionè a un assetto in cui, nel 2024, Vladimir Putin sarà costretto a lasciare il Cremlino.Tecnocrate a capo fino a ieri dell'Agenzia federale delle entrate, Mishustin, 53 anni, era stato indicato meno di 24 ore prima dal presidente russo come il successore di Dmitri Medvedev, dimessosi con tutto il governo dopo l'annuncio da parte di Putin di quella che si presenta come la maggiore riforma politica nel Paese degli ultimi 25 anni: significativi cambiamenti della Costituzione che potrebbero garantire al longevo leader di tirare le fila della macchina di potere russa anche quando, al termine del suo secondo mandato consecutivo, non potrà ricandidarsi a causa dei limiti impostigli dalla legge.Distintosi per aver portato in 10 anni efficienza nel fisco russo, attraverso una massiccia digitalizzazione del sistema, Mishustin è ritenuto un tecnico brillante ma senza ambizioni politiche e sconosciuto ai più. Dopo lo stupore con cui è stata accolta ieri la sua candidatura, si è presentato alla Duma delineando gli obiettivi del suo governo. La missione del nuovo esecutivoLa parola chiave è innalzare gli standard di vita dei russi: "La popolazione dovrebbe sentire reali cambiamenti in meglio, ma non sta accadendo dappertutto", ha detto. "Ossessionato dai big data", come lo ritrae chi lo ha conosciuto, il nuovo premier ha messo la "digitalizzazione del governo" tra le priorità insieme all'aumento delle esportazioni, l'ammodernamento delle infrastrutture, il miglioramento del business climate e l'aumento degli investimenti stranieri. Le richieste di PutinIl nuovo capo del governo - che ha promesso di presentare presto la rosa dei candidati ministri - dovrà soddisfare la "richiesta di cambiamento" di cui lo stesso Putin ha parlato, ieri, nel suo discorso sullo stato della nazione. Parallelamente, è iniziato anche il processo che dovrà portare, entro quest'anno, alla riforma della Costituzione, da sottoporre a voto popolare.Putin vuole sovrintendere tutto l'iter: ha istituito un gruppo di lavoro per preparare il testo degli emendamenti e ha chiamato a farne parte figure 'di sistema' come lo scrittore nazionalista Zakhar Prilepin, l'attore Vladimir Mashkov e la campionessa olimpica Yelena Isinbayeva; i nomi fanno intendere che si tratterà di un organo destinato a confermare le idee del presidente, più che a proporne di proprie. Il nuovo sistema che si prepara a varare Putin rimane quello di una repubblica presidenziale, ma con un maggiore trasferimento di poteri al premier e al Parlamento, che avrà voce in capitolo nella nomina dei ministri e dello stesso primo ministro.Anche il potere dei governatori regionali sara' aumentato, mentre si prevede un potenziamento del Consiglio di Stato, finora un organo meramente consultivo ma che Putin potrebbe scegliere di guidare dopo il 2024, ritagliandosi un ruolo simile a quello dell'ex presidente kazako, Nursultan Nazarbayev, dimessosi per diventare direttore del Consiglio di sicurezza col titolo di 'padre della nazione'. Il tradizionale ruolo di premier o presidente potrebbe risultare stretto a Putin, in quello che dovrebbe diventare un sistema piu' aperto, con maggiori controlli e contrappesi.

  • Whatsapp in incognito: come non farsi vedere online dai contatti
    Notizie
    notizie.it

    Whatsapp in incognito: come non farsi vedere online dai contatti

    Usare Whatsapp senza che i propri contatti vedano che si è online: ecco come fare azioni all'interno dell'app in incognito.

  • Richiedenti asilo impacchettavano pennarelli per 150 euro al mese
    Notizie
    Adnkronos

    Richiedenti asilo impacchettavano pennarelli per 150 euro al mese

    Tutti i giorni, sette su sette, senza riposi o ferie, con una pausa pranzo di pochi minuti, confezionavano scatole di pennarelli in un capannone senza riscaldamento alla periferia nord del capoluogo piemontese. Sorvegliati a vista dal datore di lavoro o dalla moglie, entrambi cittadini di nazionalità cinese, al momento dell'assunzione erano stati informati che il compenso giornaliero sarebbe stato di 18 euro se avessero prodotto almeno 1000 scatole. Nella ditta lavoravano circa 35 persone, tutti cittadini extracomunitari richiedenti asilo.  Le buste paga, da cui venivano trattenuti dal datore di lavoro 50 euro mensili come costi per la preparazione delle medesime, avevano importi medi mensili di 150 e quando tre lavoratori hanno chiesto che la paga salisse a 25 euro, sono stati licenziati.  Ieri mattina, assistiti dall'avvocato torinese Stefano Bisacca che ha anche presentato in procura un esposto per sfruttamento del lavoro, i tre si sono presentati davanti al giudice del lavoro che si è riservato di fissare una nuova data per ascoltare i testimoni. All'udienza non si è, invece, costituita l'azienda che risulterebbe in liquidazione. Ora sono in corso accertamenti per verificare se il materiale che veniva confezionato era contraffatto oppure no.

  • De Micheli contro Amadeus: “Faccia lui un passo indietro”
    Notizie
    notizie.it

    De Micheli contro Amadeus: “Faccia lui un passo indietro”

    Non si spegne la polemica scoppiata per le parole di Amadeus: anche la ministra Paola De Micheli si scaglia contro il conduttore.

  • Addio a Pietro Anastasi, uno dei più grandi bomber degli anni '70
    Notizie
    AGI

    Addio a Pietro Anastasi, uno dei più grandi bomber degli anni '70

    È morto all'età di 71 anni Pietro Anastasi, il grande attaccante siciliano che negli anni '70 vinse tre scudetti con la Juventus e una Coppa Italia con l'Inter. Lo riferisce il sito del club bianconero. Brevilineo ma esplosivo, Anastasi faceva anche parte dell'Italia che conquistò l'europeo nel 1968 e in azzurro aveva totalizzato 25 presenze e 8 gol in Nazionale.Anastasi era malato di tumore dal 2018. Catanese di origine, si era affermato nel Varese. A vincere la corsa per averlo in squadra fu la Juventus, che nel 1968 investì 650 milioni, una cifra che per quei tempi era davvero notevole negli ambienti del calcio professionistico. Furono 8 anni di cammino in bianconero per Anastasi, il quale diede un contributo fondamentale per la conquista di tre scudetti, nei campionati 1971-72, 1972-1973 e 1974-1975, disputando inoltre le finali di Coppa delle Fiere, nel 1971, e Coppa dei Campioni e Coppa Intercontinentale nel 1973.Con la maglia bianconera ha giocato 205 partite e segnato 78 gol. Poi, nel 1976, il passaggio all'Inter, che ai bianconeri dava Roberto Boninsegna, altro centravanti di spicco. In maglia nerazzurra Anastasi non ebbe lo stesso successo, però contribuì alla conquista di una Coppa Italia, nel 1978. Concluse a Lugano una carriera in cui ha disputato 338 gare in serie A, segnando 105 gol. È stato il secondo marcatore della categoria, nel 1968-1969, e il terzo nel 1969-1970 e 1973-1974.Appese al chiodo le scarpette, Anastasi intraprese brevemente la carriera da allenatore delle giovanili e quindi divenne commentatore televisivo. Nel 2018 gli era stato diagnosticato un tumore.

  • Eros Ramazzotti e la separazione da Marica Pellegrinelli: “Non sono depresso”
    Notizie
    notizie.it

    Eros Ramazzotti e la separazione da Marica Pellegrinelli: “Non sono depresso”

    Eros Ramazzotti non ha rancori: oggi il cantante è sereno e dopo la separazione da Marica Pellegrinelli ha preso un'importante decisione.

  • Louis Vitton si è comprato uno dei diamanti grezzi più grandi al mondo
    Notizie
    AGI

    Louis Vitton si è comprato uno dei diamanti grezzi più grandi al mondo

    È il più grande diamante grezzo al mondo dal 1905, delle dimensioni di una pallina da baseball color carbone: "Sewelo" fu scoperto nell'aprile 2019 in una miniera del Botswana, pesa 352 grammi e ha 1.758 carati. E adesso ha anche un proprietario: Louis Vuitton.Il brand del lusso lo ha acquistato per una cifra al momento tenuta segreta, ma che sarebbe, ha detto la casa francese al New York Times, di "milioni". Quanti? Un diamante di 813 carati, "Constellation", scoperto nel 2015, è stato venduto per 63 milioni di dollari, mentre un altro simile, scoperto nel 2016, "Lesedi La Rona", venne battuto all'asta da Sotheby's per 53 milioni. LUCARA COLLABORATES WITH LOUIS VUITTON TO POLISH BOTSWANA'S LARGEST DIAMOND Lucara Diamond has announced that it has entered into a collaboration with Louis Vuitton to polish the historic 1,758-carat Sewelô diamond recovered from Karowe...PushaBW pic.twitter.com/ejYRLo6WWH — Brand Botswana (@OfficialBrandBW) January 16, 2020Il valore del Sewelo, che in Botswana vuol dire "rarità", potrebbe essere più alto. "Al mondo ci sono meno di dieci persone - ha commentato Marcel Pruwer, ex presidente di Antwerp Diamond Exchange, compagnia che investe sui diamanti - che saprebbero cosa fare di una pietra simile o come tagliarla o in grado di mettere in vendita un diamante da 50 milioni di dollari"."Se compri un diamante come quello - ha aggiunto Jeffrey Post, esperto dello Smithsonian Institution - acquisti subito credibilità". Sewelo è destinato a diventare una "star" del settore, ma non a detenerne il primato: al momento è il secondo più grande di sempre, dietro al diamante "Cullinan", 3.100 carati, scoperto in Sud Africa nel 1905.Adesso per Vuitton, dopo l'acquisto, si apre la seconda fase, molto delicata: analizzare il diamante grezzo per capire il reale valore che avrà una volta lavorato. Per questo verrà realizzato un scanner capace di effettuare una "radiografia".Secondo gli esperti, Sewelo custodirebbe nel suo interno almeno un diamante puro ovale di 891 carati o diverse pietre che variano da 100 a 300 carati. In questo ultimo caso, le dimensioni record della pietra grezza non porterebbero automaticamente a una valutazione da primato, una volta lavorato. Per Vuitton sarebbe una beffa.

  • Cecilia Rodriguez e Francesco Monte, i rapporti oggi: “Non lo sento”
    Notizie
    notizie.it

    Cecilia Rodriguez e Francesco Monte, i rapporti oggi: “Non lo sento”

    Cecilia Rodriguez è categorica per quanto riguarda i suoi ex fidanzati e Francesco Monte: la sorellina di Belen si è confessata senza filtri.

  • Aereo abbattuto, Trudeau: "Iran mandi le scatole nere in Francia"
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Aereo abbattuto, Trudeau: "Iran mandi le scatole nere in Francia"

    Il primo ministro canadese ha chiesto all'Iran l'invio in Francia delle scatole nere dell'aereo di linea ucraino abbattuto "per errore" da Teheran l'8 gennaio: "Solo Paesi come la Francia hanno laboratori capaci di farlo"

  • Carlotta Cocina chi è: tutto sulla concorrente de La Pupa e il Secchione
    Notizie
    notizie.it

    Carlotta Cocina chi è: tutto sulla concorrente de La Pupa e il Secchione

    Carlotta Cocina è la "Pupa" che ha fatto innamorare i telespettatori de La Pupa e il Secchione: originaria di Roma, Carlotta ha due grandi passioni.

  • Muore di fame per poter curare il fratello
    Notizie
    AGI

    Muore di fame per poter curare il fratello

    La morte di una studentessa universitaria che spendeva solo due yuan al giorno (26 centesimi di euro) per nutrirsi e destinava il resto del denaro alle spese per le cure mediche del fratello, ha fatto infuriare gli utenti di Internet in Cina, portando alla luce un nuovo caso di povertà estrema.Wu Huayan, 24 anni, originaria di un villaggio nella provincia sud-occidentale del Guizhou, una delle aree più povere della Cina, è morta lunedì scorso, secondo quanto riferiscono i media locali. Wu soffriva di malnutrizione: con la cifra che destinava al cibo poteva permettersi solo peperoncini e un pugno di riso, ed era arrivata a pesare 21 chilogrammi.Provata nel fisico, soffriva di problemi al cuore e ai reni. Era alta 135 centimetri: aveva anche perso le sopracciglia, e una parte dei capelli. I vestiti che indossava erano solitamente frutto di donazioni, ed erano spesso inadeguati alle basse temperature, secondo la testimonianza di un compaesano che la conosceva citato dal Quotidiano del Popolo.Un video di due minuti di durata, che la riprende seduta sul letto dell'ospedale della Guizhou Medical University presso cui era ricoverata, visibilmente deperita, è stato visualizzato oltre cinque milioni di volte negli ultimi giorni. Al Chongqing Morning Post, Wu ha dichiarato di avere deciso di rivolgersi ai media dopo avere visto morire suo padre e sua nonna che non avevano i soldi per curarsi.Wu aveva perso entrambi i genitori: sua madre era morta quando aveva quattro anni, mentre il padre quando ne aveva 18. Rimasta sola con il fratello minore, che soffre di problemi mentali aveva detto: "Non voglio fare la stessa fine, aspettare di morire a causa della poverta'".Lo scorso anno, la notizia della sua malnutrizione aveva commosso gli utenti di Internet ed erano stati raccolti per lei oltre un milione di yuan (circa 130 mila euro), ma a Wu ne arrivarono solo ventimila (2.600 euro) dalla charity che aveva organizzato la raccolta fondi. Il gruppo, la China Charities Aid Foundation for Children, ha spiegato che Wu e i suoi zii - che si prendevano cura di lei e del fratello con una disponibilità finanziaria di soli 300 yuan al mese (39 euro) - volevano risparmiare per un'operazione chirurgica cui la giovane si sarebbe sottoposta e per la riabilitazione, ma la motivazione non ha convinto gli utenti di Internet che hanno accusato l'associazione di essersi intascata i soldi delle donazioni.Il caso di Wu Huayan ha riacceso i riflettori sul problema della povertà in Cina, che il presidente Xi Jinping vuole sradicare, e stride con le affermazioni di alcuni funzionari locali: recentemente, la provincia del Jiangsu ha reso noto di avere solo 17 cittadini poveri su oltre 80 milioni di abitanti, una cifra pari allo 0,00000021% della popolazione, irrisa su Internet.La vicenda della giovane studentessa morta denutrita getta un'ombra anche sugli enti di beneficenza in Cina, in un momento in cui crescono le donazioni, aumentate del 27% nel 2019 rispetto all'anno precedente, a 3,17 miliardi di yuan (412,5 milioni di euro).

  • Salvo Veneziano, le prime parole dopo la squalifica: “Non ho ucciso”
    Notizie
    notizie.it

    Salvo Veneziano, le prime parole dopo la squalifica: “Non ho ucciso”

    Dopo la squalifica e il clamore, Salvo Veneziano è tornato sui social e ha ovviamente dedicato un post alla vicenda che lo ha visto protagonista.

  • Starbucks a Roma, apertura nel 2020: lo store avrà undici vetrine
    Notizie
    notizie.it

    Starbucks a Roma, apertura nel 2020: lo store avrà undici vetrine

    Personale in cerca e location individuata: i segnali lasciano presagire che l'apertura di Starbucks a Roma non tarderà ad essere realtà.

  • Hugh Grant difende Harry: “La stampa vuole uccidere Meghan”
    Notizie
    DonneMagazine

    Hugh Grant difende Harry: “La stampa vuole uccidere Meghan”

    Hugh Grant è dalla parte dei Sussex: lo ha dichiarato pubblicamente, affermando che Harry si sta comportando da uomo.

  • Audi Q9 2020: arriva il mega suv accompagnato dalla TT elettrica
    Notizie
    Motori Magazine

    Audi Q9 2020: arriva il mega suv accompagnato dalla TT elettrica

    Arriva la nuova Audi Q9 2020: prezzo, interni e dimensioni della suv full size che sfida le ultime arrivate insiema alla Audi TT elettrificata.

  • Melissa Satta rivela i problemi di salute: “Il mio corpo non tollera”
    Notizie
    notizie.it

    Melissa Satta rivela i problemi di salute: “Il mio corpo non tollera”

    Dopo svariati problemi di salute Melissa Satta ha preso una drastica decisione, decidendo di cambiare radicalmente la sua dieta.

  • Taser, il cardiologo: "Rischio di morte in alcuni casi"
    Notizie
    Adnkronos

    Taser, il cardiologo: "Rischio di morte in alcuni casi"

    Con l'utilizzo del "Taser un rischio minimo di mortalità cardiaca esiste, se utilizzato su persone cardiopatiche o sotto effetto di sostanze come la cocaina". Lo spiega all'Adnkronos Salute Francesco Perna, cardiologo aritmologo della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs di Roma, dopo l'approvazione, oggi in Consiglio dei ministri del regolamento che disciplina l'uso della pistola a impulsi elettrici che entrerà quindi nelle dotazioni delle Forze di polizia, dopo il vaglio del Consiglio di Stato e poi tornerà in Cdm per l'approvazione definitiva. "Abbiamo pochi dati - spiega Perna - sugli effetti dell'uso del Taser, utilizzato fino ad oggi soprattutto negli Stati Uniti, da dove provengono le ricerche disponibili. L'elettricità, con questo strumento, viene applicata sulla pelle, che è un isolante naturale. Il cuore è protetto anche dai muscoli e dal grasso. La corrente che arriva al cuore è quindi molto attenuata. Ciò non toglie che ci sia un rischio teorico, seppure basso, di provocare un'aritmia che può essere mortale in persone con cardiopatie o che abbiano fatto uso di sostanze eccitanti come la cocaina".  Anche le persone portatrici di alcuni tipi di pacemaker o defibrillatori possono incorrere in aritmie letali. Nel caso di apparecchi che mantengono il battito in continuo "l'impulso del Taser potrebbe, sempre teoricamente, interrompere il battito per i 10-15 secondi con conseguenze gravi", spiega il cardiologo. Il problema è che i dati sull'uso di queste armi, continua il cardiologo, "sono molto ridotti. Sperimentazioni in questo campo, infatti, possono essere fatte solo a posteriori. Si possono fare solo ricerche osservazionali sui casi in cui l'arma è stata già utilizzata. Contrariamente a quanto avviene con i farmaci, infatti, che servono a curare e a far star bene le persone, si tratta di armi. Dal punto di vista etico, quindi, non possono essere sperimentate sugli esseri umani per raccogliere informazioni medico-scientifiche. Ed è discutibile anche una sperimentazione sugli animali", conclude Perna.

  • Sgarbi vs Sardine: "Soccorso rosso a un partito che non c'è"
    Notizie
    Adnkronos

    Sgarbi vs Sardine: "Soccorso rosso a un partito che non c'è"

    "Le sardine sono dichiaratamente un movimento per la sinistra. Sono in soccorso di un partito che non c'è più e hanno avuto consenso". Vittorio Sgarbi ospite di Corrado Formigli a 'Piazzapulita' su La7 accusa il movimento nato a Bologna di essere solo il contraltare dei cosiddetti Pinguini che sostengono la destra.  "Mi sono simpatiche ma se vai a leggere il loro unico obiettivo è l'odio per Salvini: mentre dici che non vuoi odiare odi lui", afferma. E incalza la 'sardina' Lorenzo Donnoli: "Non puoi parlare per un partito di sardine. Io penso a Gramsci, a Gobetti, a Einaudi, De Gasperi... Qual è l'idea delle sardine? Vuoi darmi una visione? Oppure 'siamo buoni, delicati, siamo sardine mangiamo gli anolini'. Che roba è? Qual è la sua identità ideologica, a cosa pensa, quali sono i suoi riferimenti? Io i miei li conosco".  Immediata la risposta di Donnoli: "Nell'attualità riferimento per me è, per esempio, Liliana Segre".

  • Notizie
    Askanews

    Fermata a Malpensa con un cranio e ossa nella valigia

    Fermata una 41enne cubana che si difende: sono resti di scimpanzé

  • Il Movimento 5 Stelle conferma l’espulsione di Gianluigi Paragone
    Notizie
    notizie.it

    Il Movimento 5 Stelle conferma l’espulsione di Gianluigi Paragone

    La misura di espulsione era stata decisa dal Movimento dopo il voto contrario di Paragone alla legge di bilancio