Nevicata fine estate: caduti 15 centimetri su Alpi lombarde e venete

nevicata fine estate

Lo scenario sulle Alpi venete e lombarde sembra quello che si vede a Novembre o Dicembre; invece siamo solo a Settembre. Un clima impazzito quello degli ultimi giorni, che ha regalato un manto di 15 centimetri grazie alla “nevicata di fine estate”. E mentre nelle colline e nelle pianure si riversavano centimetri di acqua (soprattutto il Veneto e Friuli), a Livigno (Sondrio), sul passo del Foscagno e sulla Stelvio cadevano i primi fiocchi di neve. Almeno 10 centimetri hanno ricoperto le strade, le auto e i tavolini esterni delle case. Le immagini e i video sui social documentano una nevicata avvenuta alla fine dell’estate.

Nevicata di fine estate

Mentre Milano veniva sommersa da una bomba d’acqua, oltre i 1800 metri di altezza il panorama era completamente diverso. Nonostante la fine dell’estate ormai alle porte, il clima è impazzito: una nevicata ha imbiancato le Alpi. In particolare, nella zona di Livigno, in provincia di Sondrio, sullo Stelvio e sul passo del Foscagno è sceso un manto bianco di almeno 10-15 centimetri. Un ottimo presagio in vista dell’ormai vicina apertura della stagione sciistica. Nevicate segnalate anche sulle Alpi venete (in particolare sulla Dolomiti ampezzane) e sui rilievi della Valle d’Aosta. Le temperature in queste zone si sono attestate intorno ai 10 gradi.

neve stelvio

Previsioni Arpav

La neve è arrivata sullo Stelvio domenica notte, ma già da lunedì è tornato il sole. Secondo le previsioni dell’Arpav, l’Agenzia regionale per l’ambiente del Veneto, la perturbazione appena conclusa ha portato 27 centimetri di neve oltre i 2 mila metri di quota. Nonostante ciò si devono fare alcune eccezioni: ad esempio sul Monte Piana (2300 metri) sono scesi solo 16 centimetri, mentre in zona Marmolada (tra 2.500 e i 3.000 metri circa) si sono registrati pochissimi centimetri. I passi risultano comunque aperti.