I FATTI DELL'ANNO

Nibiru: il pianeta della fine del mondo?

Gaia, 29 anni e una missione: sopravvivere alla fine del mondo profetizzata dai Maya. Ha tempo fino al 21 dicembre per scoprire tutto quello che può sulla fine del mondo, capire cosa c'è di vero e, in caso di necessità, come mettersi in salvo.

Segui il suo diario della fine del mondo all'interno dello speciale I fatti dell'anno!


Se cerchi sui motori di ricerca “fine del mondo”, una delle parole chiave più cliccate è Nibiru. Ora: è vero che il ricercatore dell'osservatorio astronomico mi ha garantito che non esiste alcun pianeta fantasma, perché è di questo che stiamo parlando, quando parliamo di Nibiru. Ma non vedo cosa ci sia di male ad informarsi un po' a riguardo, no?

Con un paio di click scopro che la storia è semplicemente straordinaria e che ci credono in molti. Addirittura uno dei blog del Corriere della Sera cita fonti Nasa che non smentirebbero affatto la presenza quantomeno di un asteroide che potrebbe venire a farci visita. Eppure a me sembrava proprio che la NASA dicesse che non c'è di che preoccuparsi.

Comunque, tutto nasce da una signora del Wisconsin e, no, non è l'inizio di una barzelletta o di un aneddoto. Praticamente, Nancy Lieder, questo il nome della signora, un bel giorno ha cominciato a dire di essere stata rapita dagli alieni. Una cosa non poco frequente, in questo tipo di eventi. Gli alieni in questione, in particolare, sarebbero esserini grigi chiamati Zetas, e le avrebbero impiantato direttamente nel cervello un sistema per poter comunicare con lei.

Sarebbero stati loro a informarla di Nibiru.

Nancy, convinta della sua esperienza extraterestre, nel 1995 ha fondato addirittura un sito che esiste ancora oggi: è ZetaTalk.com. Un giro sul sito è, a suo modo, un'altra esperienza extraterrestre.

Per farla breve, secondo Nancy nel 1997, quando tutto il mondo astronomico parlava della cometa Hale-Bopp, be', eravamo di fronte a un clamoroso falso storico che avrebbe dovuto mascherare l'avvicinamento del pianeta fantasma, che ci avrebbe distrutti tutti. Solo che Hale-Bopp alla fine era visibile (io me la ricordo: la vidi con mio nonno, che è un appassionato di astronomia) e il mondo non è stato affatto distrutto.

Nancy però non si dà per vinta: non so voi, ma io adoro le donne determinate. E, insomma, dice che il Pianeta X esiste eccome, che è quattro volte più grosso ella Terra e che è molto minaccioso. E alla fine degli anni novanta fa una previsione: dice che il 27 maggio 2003 il Pianeta X sarà vicinissimo a noi, che la Terra smetterà di ruotare per 6 giorni di fila, che i poli si invertiranno (eccola qui, l'inversione dei poli) e che il pianeta se la vedrà parecchio male.

Ora, non so voi, ma io il 27 maggio del 2003 non mi sono accorta di niente: il giorno dopo, piuttosto, il Milan ha battuto la Juventus e io sono juventina e non è stato proprio come la fine del mondo, però mi è dispiaciuto parecchio.

Tant'è, le teorie della Nancy si sono fatte strada e sono arrivate fino ad oggi e ci sono molti che dicono che la data giusta per il Pianeta X, o Nibiru, se preferite, è il 21 dicembre 2012.

Nel frattempo, ci si è messo pure Zecharia Sitchin, uno che credeva alla presenza di alieni nella storia antica del nostro pianeta, e la teorizzava pure: la Nancy lo cita nei suoi lavori (perché ha scritto anche dei libri sul tema, ovviamente), lui però sostiene che il Pianeta X tornerà a farci visita più o meno nel 2900 e che non ne saremo affatto distrutti, ma anzi che si tratta di una splendida occasione per tornare a comunicare con gli alieni che lo abitano, cui per inciso, probabilmente, dobbiamo l'esistenza delle piramidi e forse anche della vita sulla terra, per non farci mancare nulla.

Ora: non so perché, ma visto che nel '97 la Hale-Bopp è passata e che il 27 maggio 2003 non è successo proprio niente, sarei propensa a non credere a Nancy. E nemmeno a Zecharia.

Pagination

(2 Pagine) | Leggi tutto

Rivivi le Olimpiadi

2012: fine del mondo

I più cercati su Yahoo