Niccolò Ghedini è morto: chi era il senatore e avvocato di Berlusconi

Niccolò Ghedini è morto: chi era il senatore e avvocato di Berlusconi. Foto: REUTERS/Alessandro Bianchi  (ITALY - Tags: POLITICS)
Niccolò Ghedini è morto: chi era il senatore e avvocato di Berlusconi. Foto: REUTERS/Alessandro Bianchi (ITALY - Tags: POLITICS)

La notizia della morte di Niccolò Ghedini è arrivata improvvisa come un fulmine nella tarda serata di mercoledì, interrompendo per qualche ora l'aspro dibattito della campagna elettorale. Avvocato e parlamentare di lungo corso di Forza Italia, da tempo combatteva contro la leucemia. "Ci ha lasciato il nostro Niccolò. Non ci sembra possibile ma purtroppo è così. Il nostro dolore è grande, immenso, quasi non possiamo crederci: tre giorni fa abbiamo lavorato ancora insieme", è l'inizio del messaggio con cui lo ha salutato via social Silvio Berlusconi. E in effetti le due figure nell'immaginario collettivo erano e restano profondamente collegate, nelle aule di tribunale prima e in quelle del Parlamento poi.

VIDEO - Ruby ter, difesa Berlusconi: "Assoluzione Siena ha peso in processo Milano"

Niccolò Ghedini era nato a Padova il 22 dicembre 1959, ed era cresciuto in una famiglia di grandi avvocati penalisti. Lo era il padre, Giuseppe, lo erano le sorelle maggiori, e lo sarebbe divenuto anche lui dopo la laurea in giurisprudenza conseguita a Ferrara. E già in giovane età ebbe modo di misurarsi con casi tanto delicati quanto noti, come la difesa di Marco Furlan, serial killer che insieme a Wolfgang Abel si macchiò di diversi delitti negli anni '80 firmandosi Ludwig. Ma il pallino della legge fu da sempre affiancato a quello per la politica.

LEGGI ANCHE: Il 62enne senatore di Forza Italia era malato e la notizia l’ha data proprio il Cav sui social

Già dai tempi delle scuole, infatti, Niccolò Ghedini iniziò la propria militanza, dapprima nel Fronte della Gioventù (l'organizzazione giovanile del Movimento Sociale Italiano) e poi nel Partito Liberale. Fu a metà degli anni novanta, quando giovanissimo divenne segretario dell'Unione delle Camere Penali Italiane, che si avvicinò all'avvocato e deputato Gaetano Pecorella prima, e quindi a Forza Italia e Silvio Berlusconi.

Niccolò Ghedini è morto: chi era il senatore e avvocato di Berlusconi. REUTERS/Alessandro Garofalo (ITALY - Tags: POLITICS CRIME LAW)
Niccolò Ghedini è morto: chi era il senatore e avvocato di Berlusconi. REUTERS/Alessandro Garofalo (ITALY - Tags: POLITICS CRIME LAW)

Dal 2001 divenne a sua volta deputato di Forza Italia, restando in Parlamento fino al giorno della sua morte e divenendo in seguito senatore (lo era senza soluzione di continuità dal 2013). Niccolò Ghedini divenne però noto a livello nazionale soprattutto dopo lo scoppio del caso Ruby, quando divenne il principale difensore proprio di Silvio Berlusconi (del quale era già avvocato personale da ormai molti anni). Sua fu l'espressione "utilizzatore finale e quindi mai penalmente punibile" che divenne tra i simboli di quella causa e di quel periodo.

VIDEO - Chi è Niccolò Ghedini, lo storico legale di Silvio Berlusconi

"Cosa possiamo dire di lui? Un grande, carissimo amico, un professionista eccezionale, colto e intelligentissimo, di una generosità infinita. Ci mancherai immensamente, e ci domandiamo come potremo fare senza di te. Niccolò caro, Niccolò carissimo, ti abbiamo voluto tanto bene, te ne vorremo sempre. Addio, ciao. Per noi sei sempre qui, tra noi, nei nostri cuori. Un forte, fortissimo abbraccio". Così si chiude l'ultimo saluto di Berlusconi a Niccolò Ghedini, tramite il suo profilo Facebook ufficiale. Il parlamentare scomparso era ricoverato da qualche mese all'ospedale San Raffaele di Milano, dove era stato sottoposto a un trapianto di midollo che non è bastato a salvargli la vita.